Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Maxi Tex N. 31] I Quattro Vendicatori


Sam Stone
 Share

Recommended Posts

  • Rangers

maxicoper.jpg

 

Maxi Tex n. 31

Uscita: 6 Ottobre 2022

 

I QUATTRO VENDICATORI

Un misterioso omicidio sulla pista per Gallup…

Testi: Claudio Nizzi

Disegni: Giampiero Casertano

 

Quattro soldati prelevano un colonnello sulla diligenza diretta a Gallup, ma non sono quello che dicono di essere e il loro unico scopo è una brutale vendetta!... Il comandante di Fort Wingate chiede aiuto a Tex e Carson per indagare sull’efferato omicidio… La pista di sangue porterà i due pards a far luce su un mistero che affonda le radici nella Guerra di Secessione…

maxi1.jpg

maxi2.jpg

maxi3.jpg

maxi4.jpg

 

 

© Sergio Bonelli Editore 

  • Thanks (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Diablero dice:

Io pregusto già la soddisfazione... di lasciarlo in edicola facendomi una risata!  :P :laughing:

Io ci troverei maggior soddisfazione a elencare, una per una e motivandole come sei solito fare tu, tutte le incongruenze e amenità che solo Nizzi è capace di fare.

Purtroppo però c'è da pagare pegno: lo devi leggere.

Vuoi davvero lasciarti scappare una simile soddisfazione?

Leggerai i commenti altrui senza aprir bocca?

Non ti ci vedo.

  • Haha (0) 1
Link to comment
Share on other sites

La copertina non mi sembra ben riuscita, ma lo comprerò sicuramente come per gli altri maxi, collana che posseggo ad ora per i 2/3.

Link to comment
Share on other sites

2 minutes ago, Letizia said:

Io ci troverei maggior soddisfazione a elencare, una per una e motivandole come sei solito fare tu, tutte le incongruenze e amenità che solo Nizzi è capace di fare.

 

Sì, e poi avrei la "soddisfazione" di vedere un sacco di post di un branco che si dà man forte a dire "non è vero, non è vero, non è vero, non succede, non lo dice, dimostralo!"

 

Al che io posterei lo scan della pagina e allora partirebbe il coro "per una volta, per una pagina, per una volta può succedere, stai esagerando, tutte le volte a cercare il pelo nell'uovo, sei prevenuto"  :rolleyes:

 

Al che io posterei le cifre sulle decine di volte in cui la cosa si ripete, pagina dopo pagina, e allora partirebbe la solita sfilza di "buuh! L'arte non è matematica! Se hai contato le volte, non si fa, sei arido, non si legge con il pallottoliere" (a parte che non serve il pallottoliere, basta essere in grado di ricordarsi quello che si è letto cinque minuti prima...) :rolleyes::rolleyes:

 

Al che io posterei il link al messaggio in cui mi dicevano che quella cosa non c'era o c'era solo una volta, e sarebbero tutti estremamente offesi che mi sono permesso di recuperare quello che avevano scritto, come se richiedere coerenza sia un offesa mortale. :craniate:

 

Cambiassero almeno la scaletta. Almeno mi chiederei cosa si inventano questa volta. Ma no, sempre le stesse cose. D'altronde, gli piacciono storie noiose... :laugh:

 

Mi annoia anche solo pensare di rifare di nuovo questa ridicola trafila che si ripete uguale ogni volta....    :angry:

 

Oltretutto, è inutile: Boselli si è già reso conto, spero, della minchiata che ha fatto a richiamare Nizzi, solo per farsi insultare poi da lui in mondovisione. Sottolineare l'infimo livello delle sue storie ormai è pleonastico.

 

E, onestamente, se qualcuno in pieno 2022 si compra ancora una storia di Nizzi sono cavoli suoi.  Perché dovrei avvertirlo?  :laugh:

 

2 minutes ago, Letizia said:

Purtroppo però c'è da pagare pegno: lo devi leggere.

Vuoi davvero lasciarti scappare una simile soddisfazione?

Leggerai i commenti altrui senza aprir bocca?

Non ti ci vedo.

 

Mi hai già visto, mica è la prima storia di Nizzi che salto...  B)

  • Thanks (+1) 1
  • Confused (0) 3
  • Sad (0) 1
Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, Diablero said:

 

 

E, onestamente, se qualcuno in pieno 2022 si compra ancora una storia di Nizzi sono cavoli suoi.  Perché dovrei avvertirlo?  :laugh:

 

Eccomi, ma non perché io muoia dalla voglia di leggere Nizzi, ma solo per i disegni, immagino la delusione di un disegnatore che può aver dedicato mesi e mesi di lavoro per essere poi pubblicato anche in un clima non proprio idilliaco verso Nizzi per le sue ultime sparate su Boselli e non solo per quello ma anche per la qualità delle ultime prove e di molte altre, con magari vendite penalizzate.  

Però ho sempre un po' di timore ad aprire una sua storia, a prescindere dall'epoca, dentro c'è un Tex davvero fuori canone in molti casi, anche se ci sono delle eccezioni piacevoli, come il primo Texone per me che adoro, ma li c'è un Tex cazzuto, non il pollo/piccione. 

 

Non credo servano avvertimenti ormai. C'è a chi piace nonostante tante storie antiTexiane, tralasciando la simpatia personale, che vien da dubitare che chi adora a tal punto Nizzi, al limite della genuflessione, possa definirsi un amante del vero Tex. Che poi quale è il vero Tex? Ce ne sono in effetti diversi e alla fine l'unico canone possibile è quello di dire che il vero Tex è quello scritto da GLB, mi pare ovvio, ma non così è per molti. 

Poi c'è chi non sopporta il Tex di Nizzi, come immagino te, fino a trovarlo offensivo e questa categoria non necessita di avvertimenti.

E poi nel mezzo chi lo legge senza slanci particolari e quindi se ne frega, magari Tex lo legge sulla tazza del cesso saltando anche qualche ballon (nulla contro la lettura fecale, da sempre attività rispettabilissima, ma alla quale spesso segue una rilettura più attenta),  e lo usa ancora per segnarsi i numeri di telefono in copertina.

Io ne leggo le storie migliori con l'animo del terzo gruppo e le peggiori con l'animo del secondo gruppo.

L'unico Nizzi che ad oggi mi ha fatto godere è come detto quello del primo Texone, non ricordo sue altre storie da spellarsi le mani. 

Ah si mi è piaciuto anche il primo almanacco, storia sicuramente semplice ma di un certo romanticismo che apprezzo molto

Link to comment
Share on other sites

in realtà @Diablero è meglio passare direttamente a ,"questo è una cosa che per me non è un difetto o comunque non me ne importa molto"

Che credo sia un' opinione che andrebbe rispettata

tu hai il tuo modo di leggere,ma se  ce l avessi anche io,credo che non mi divertirei più

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

30 minutes ago, Grande Tex said:

in realtà @Diablero è meglio passare direttamente a ,"questo è una cosa che per me non è un difetto o comunque non me ne importa molto"

Che credo sia un' opinione che andrebbe rispettata

tu hai il tuo modo di leggere,ma se  ce l avessi anche io,credo che non mi divertirei più

se qualcuno muove una critica e la argomenta e la tua risposta è "non me ne importa molto" quella del tuo interlocutore rimane una critica valida mentre la tua non è una opinione ma l'assenza di un'opinione o il disinteresse a farti un'opinione, ergo perdi il diritto però di smontare la critica altrui con un semplice "per me non è un difetto o non mi importa". 

Un po' come dire "cazzo mi frega se aumenta il prezzo della benzina, tanto io vado a diesel", questo non toglie che il prezzo della benzina è spropositato. 

Se poi un problema di sceneggiatura o un personaggio stravolto nelle sue caratteristiche fondamentali per te non è un difetto, vuole dire che leggi i fumetti o ti approcci all'arte senza alcuna pretesa, o più semplicemente che non ti interessa approfondire. Ma questo non cambia che Nizzi in molte storie tratti Tex in modo ridicolo. 

Se tu ti diverti con storie sgangherate, questo non rende quelle storie oggettivamente ben fatte, ma soggettivamente per te piacevoli.

Diversamente molte storie di Tex oltre a essere piacevoli sono oggettivamente ben fatte perché in linea col personaggio, coerenti e senza scene e situazioni assurde.

 

Concordo infine che puoi anche non divertirti esercitando una critica eccessiva come Diablero (anche se spesso si limita a riportare cose condivisibili), ma fatico a capire come un adulto possa all'opposto divertirsi anche quando una storia non ha senso o vengono create delle incongruenze e scenette surreali in un fumetto che cerca di essere un minimo reale e credibile (per quanto possibile). 

Che poi se tu sei un fan di Nizzi (uso il termine fan in modo positivo e non per sfottere) e il tuo livello di critica è "non me ne importa o questo non è un difetto" non è che fai un gran servizio a Nizzi....

Edited by LedZepp
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

A me, a dire il vero, piace poco il tono provocatorio del post di Diablero. 

 

Sotto un'indubbia capacità dialettica, maschera un sottile attacco a chi non la pensa come lui, del tutto fuori contesto in questo topic.

 

Le critiche, anche quelle motivate o acute, rimangono sempre soggettive e definire "branco" chi la pensa diversamente, non lo condivido.

Non credo che qui ci si associ per andare contro o a favore di quell'utente, ogni persona ha le sue idee e capacità critiche.

Come è ovvio che nessuno ha la verità in tasca, di conseguenza catalogare i lettori in "furbi" e "sempliciotti che non capiscono quello che leggono" mi pare quanto meno bizzarro per non definire ingeneroso. 

 

In merito al maxi sono molto combattuto, i disegni di Casertano meritano, ma temo la tenuta dell'ultimo Nizzi su una storia con così tante pagine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Thanks (+1) 2
  • +1 4
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, LedZepp dice:

qualcuno muove una critica e la argomenta e la tua risposta è "non me ne importa molto" quella del tuo interlocutore rimane una critica valida mentre la tua non è una opinione ma l'assenza di un'opinione o il disinteresse a farti un'opinione, ergo perdi il diritto però di smontare la critica altrui con un semplice "per me non è un difetto o non mi importa". 

Un po' come dire "cazzo mi frega se aumenta il prezzo della benzina, tanto io vado a diesel", questo non toglie che il prezzo della benzina è spropositato

eh no un momento.Questo è un ragionamento sbagliato.Dire che non me ne importa É un opinione.Per fare il paragone come hai fatto tu, sarebbe come se io dicessi:" Non me ne importa di pagare tanto per la benzina io sono contento perché mi diverto a guidare." 

<span style="color:red">2 ore fa</span>, LedZepp dice:

Se poi un problema di sceneggiatura o un personaggio stravolto nelle sue caratteristiche fondamentali per te non è un difetto, vuole dire che leggi i fumetti o ti approcci all'arte senza alcuna pretesa, o più semplicemente che non ti interessa approfondire. Ma questo non cambia che Nizzi in molte storie tratti Tex in modo ridicolo. 

Se tu ti diverti con storie sgangherate, questo non rende quelle storie oggettivamente ben fatte, ma soggettivamente per te piacevoli.

Diversamente molte storie di Tex oltre a essere piacevoli sono oggettivamente ben fatte perché in linea col personaggio, coerenti e senza scene e situazioni assurde.

Certo che ho le mie pretese.Le mie pretese sono di avere una piacevole lettura.Se poi degli stravolgimenti del personaggio non sempre mi importa o delle incongruenze non sempre mi importa non so che farci.

 

Per la cronaca non esistono storie oggettivamente ben fatte.Esistono storie oggettivamente coerenti o oggettivamente logiche ma metti che a uno non piacciono,per lui non saranno oggettivamente ben fatte,perché gli manca quel qualcosa per renderle tale.Ogni storia è soggettivamente ben fatta,poi ci sono quelle che statisticamente incontrano i gusti della maggioranza di persone.

 

<span style="color:red">2 ore fa</span>, LedZepp dice:

ma fatico a capire come un adulto possa all'opposto divertirsi anche quando una storia non ha senso o vengono create delle incongruenze e scenette surreali in un fumetto che cerca di essere un minimo reale e credibile (per quanto possibile). 

e invece guarda un po' è possibile.Vorrà dire che la prossima volta mi prenderò a bastonate sui piedi giusto per provare fastidio mentre le leggo,se ci tieni tanto.

<span style="color:red">2 ore fa</span>, LedZepp dice:

Che poi se tu sei un fan di Nizzi (uso il termine fan in modo positivo e non per sfottere) e il tuo livello di critica è "non me ne importa o questo non è un difetto" non è che fai un gran servizio a Nizzi....

non ho intenzione di fargli un servizio o no.Io sono così,e se sono così anche altri suoi fan non vuol dire che debbano essere inferiori o stupidi

<span style="color:red">1 ora fa</span>, virgin dice:

Va be', ma oggettivamente dire "non me ne importa" è l'unico modo per sorbettarsi buona parte degli ultimi venticinque anni di produzione di Nizzi (venticinque anni, diaol porco) senza vomitare.

non hai del tutto torto,nel senso che a chi certe cose importano rimarrà certo infastidito. Ma non è che devo sforzarmi per fregarmene.Né avrebbe senso farlo.Semplicemente succede

Link to comment
Share on other sites

Dico la mia?

Non dovrei?

 

Casertano ha fatto un GRANDE lavoro!!!

 

E la storia (che devo terminare domani di rileggere e correggere) è gradevole e movimentata.

 

Non è La Valle dell'Eden o Via col Vento  e neanche L'uomo con la frusta o Gli Invincibili, quanto a complessità. 

 

Ma scorre. 

 

Poi Nizzi si è fatto fuori da solo, amen. Ma questo non c'entra. Vuol dire che non aveva più voglia.

 

Se vi è piaciuto il Maxi di Manfredi, questo... ha altri pregi. Diversi. Ma li ha.

 

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 minuti fa</span>, borden dice:

Dico la mia?

Non dovrei?

 

Casertano ha fatto un GRANDE lavoro!!!

 

E la storia (che devo terminare domani di rileggere e correggere) è gradevole e movimentata.

 

Non è La Valle dell'Eden o Via col Vento  e neanche L'uomo con la frusta o Gli Invincibili, quanto a complessità. 

 

Ma scorre. 

 

Poi Nizzi si è fatto fuori da solo, amen. Ma questo non c'entra. Vuol dire che non aveva più voglia.

 

Se vi è piaciuto il Maxi di Manfredi, questo... ha altri pregi. Diversi. Ma li ha.

 

 

 

Penso che questo intervento di @borden chiarisca definitivamente la questione Nizzi mettendo ad un tempo fine, almeno per adesso, alle supposizioni sul maxi di prossima uscita.

 

Chi vuole lo compri, chi decide altrimenti non credo sia da condannare.

 

Ci sarà poi tempo per i giudizi da parte di tanti, ma se non hai speso soldi per la lettura considera anche questo o non perdere proprio tempo a leggere questo maxi.

 

Io francamente sono combattuto se acquistarlo o meno. Il miglior maxi recente per me è stato quello con i 3 Bill.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Ci sono dei paletti ben piantati per terra che è impossibile ignorare.

Topolino non può fare le corna a Minnie con Paperina.

Se succede qualcosa del genere, l'autore di tanta nefandezza non può essere scusato, deve essere impiccato dopo avergli acceso una pira sotto i piedi mentre un plotone lo fucila colpendolo più volte in parti non vitali e, se dopo un'ora è ancora vivo, lo si decapita con una mannaia arruginita.

Se a qualcuno poi piacesse una trama del genere, gli consiglierei un bravo strizzacervelli.

Link to comment
Share on other sites

Io ho sempre paura dei Maxi, perché spesso qui ci dirottano le storie che non si vuole pubblicare sulla regolare (per l'ultimo di Manfredi, se non vado errato, andò così).

 

C'è da dire che l'ultimo di Maxi di Nizzi, quello sulla missione spagnola, propose un'ottima storia, divertente e frizzante. Strizzava l'occhio a certe grandi storie del Nizzi che fu (la leggenda della vecchia missione, ad esempio) ma non cadeva nella sterile scopiazzatura, risultando invece brillante, una bella zampata di un leone vecchio ma sostanzialmente in forma.

Link to comment
Share on other sites

Se mi confermate che è l'ultima storia di Nizzi per Tex va acquistata, che sia brutta ma ancor meglio se è bella,

non fosse altro per il fatto che chiuderebbe un'altra fase della carriera del nostro Ranger (com'era il 400 con l'ultimo lavoro di Galep

o "Il medaglione spagnolo" con il commiato di GLB.

La copertina è molto suggestiva e ben bilanciata. Il fatto che sia una storia unica (e non due vicende neanche legate)

è un altro punto a favore, i disegni di Casertano una garanzia.

Probabilmente lo infilerò a forza in qualche posto da dove non si riuscirà più a estrarlo, ma questo lo prenderò.

Link to comment
Share on other sites

Questa storia è contemporaneamente la prima storia di Nizzi di 330 pagine dopo il suo ritorno e... la prima storia di Nizzi di 330 pagine dopo il suo abbandono! :lol:

Anzi, a pensarci bene credo sia la prima storia di Nizzi a superare le 220 tavole dopo quasi 20 anni, ormai.

 

Al di là di questo dato statistico, acquisterò sicuramente l'albo e lo accetterò per quello che è, sia esso un capolavoro, una ciofeca o un buon lavoro. 

 

Mi viene da ridere al pensiero che da ragazzino ero un anti-nizziano convinto (benché certe storie, alcune anche recensite qui sul forum, mi piacessero!!!) e oggi invece mi dispiace che sia andata com'è andata. 

 

Pazienza.

Link to comment
Share on other sites

16 hours ago, Grande Tex said:

eh no un momento.Questo è un ragionamento sbagliato.Dire che non me ne importa É un opinione.Per fare il paragone come hai fatto tu, sarebbe come se io dicessi:" Non me ne importa di pagare tanto per la benzina io sono contento perché mi diverto a guidare." 

 

No, dire che non ti importa non è un'opinione ma una presa di posizione, ovvero "sti cazzi" e nel tuo caso basata su preconcetti perché Nizzi lo difendi anche quando indifendibile. Se qualcuno argomenta e tu rispondi "non mi importa" la tua non è un' opinione, semplicemente non ti poni nemmeno il problema e dai valore ad altre cose di quel fumetto. Non facciamo passare per opinioni tutto, a meno che il sacrosanto diritto di sbattersene e quindi l'assenza di un'opinione possa essere essa stessa considerata una forma di opinione. Hai il diritto di dire "non me ne frega" ma non stai esprimendo un'opinione, ma soltanto ti arrocchi su una presa di posizione senza entrare nel merito perché nemmeno ti interessa farlo!

Un po' come chi alle elezioni non sa nemmeno dove si trovi la sua tessera elettorale perché tanto "io non voto a me non interessa" dicendo però di avere una propria opinione. 

Magari ha un'opinione politica, ma rifiutandosi di condividerla e argomentare, per gli interlocutori quella persona non ha un'opinione e non si pone nemmeno il problema.

 

Concedo il paragone sulla benzina, meglio del mio ma io cercavo di estremizzare. 

Se sei ricco e hai soldi da buttare puoi affittare una Ferrari (o comprartela), affittare una pista (o comprartela), finirci gomme e benzina e spendere migliaia di euro al giorno.

Io però non sono ricco, non ho una quantità illimitata di Tex a cui attingere mensilmente come inediti, di Maxi Tex ne escono ogni tot. Ed essendo quindi qualcosa di limitato penso che si debba anche garantire una certa qualità come per tutto e non mi basta comprarlo e leggerlo spegnendo il cervello per potermelo godere. 

In altre parole, io non ho tutta la benzina del mondo da sprecare e non posso comprarmi tutte le auto che voglio, ma amo guidare, per me quindi è un peccato trovare in edicola una storia del personaggio che amo, trattato a pesci in faccia e scritto male (oggettivamente, ovvero sulla base di errori evidenti e quasi irrispettosi del personaggio). Non chiedo i promessi sposi, ma un bel fumetto degno del suo nome.

 

Senza far troppa filosofia, la cosa è molto semplice, a te piace la roba che scrive Nizzi, anche quando Nizzi non ha ispirazione perché ti ho visto/letto difenderlo anche su cose irricevibili, magari perché ti sei sentito attaccato a tua volta da altri utenti, questo non lo so, ma va bene tutto, solo non eleviamo storie scritte male a storie spettacolari solo perché spassose, seppur insensate. Trovo poi svilente per Nizzi stesso ridurre il tutto a un "basta divertirsi, poco importa se una trama non ha senso" cosa che hai scritto più o meno in questi termini qualche tempo fa rispondendomi su discussioni simili. Per uno sceneggiatore dovrebbe essere una pugnalata tremenda questa frase. A me Nizzi piace o no a seconda di come scrive Tex e senza particolare simpatia/antipatia, allo stesso modo ragiono verso Borden (che però ha scritto e scrive Tex decisamente meglio e non solo per i miei gusti ma perché Borden ha capito Tex, probabilmente anche Nizzi, ma Borden si impegna a conservarne tratti importanti probabilmente anche per rispetto verso GLB). 

 

16 hours ago, Grande Tex said:

 

 

Per la cronaca non esistono storie oggettivamente ben fatte.Esistono storie oggettivamente coerenti o oggettivamente logiche ma metti che a uno non piacciono,per lui non saranno oggettivamente ben fatte,perché gli manca quel qualcosa per renderle tale. Ogni storia è soggettivamente ben fatta,poi ci sono quelle che statisticamente incontrano i gusti della maggioranza di persone.

 

 

E invece esistono storie oggettivamente ben fatte, non esistono solo la logica della trama e la sua coerenza. Esiste la recitazione del personaggio, lo stile del dialogo, la qualità e la caratterizzazione dei personaggi secondari, gli scenari, i passaggi chiave delle sceneggiature e la loro gestione, la fedeltà alla tradizione e tante cose che possono rendere una storia oltre che piacevole e soggettivamente buona, anche oggettivamente ben curata. Non è solo il filare della trama a contare.

 

Quando tu dici "ma metti che a uno non piacciono,per lui non saranno oggettivamente ben fatte" dimostri però di confondere soggetivo e oggettivo. 

Se a me non piace una cosa si tratta di soggettivo, ma non posso dire che oggettivamente è fatta male.

Ci sono storie di GLB che a me non hanno fatto impazzire, per la tematica ad esempio (io non amo le storie in messico o con messicani) ma riconosco che si tratta di storie oggettivamente importanti e ben fatte (L'eroe del Messico per me è un esempio perfetto, storia che ho letto senza troppa gioia ma che riconosco essere ben fatta e con un concentrato di Tex). 

 

"Ogni storia è soggettivamente ben fatta,poi ci sono quelle che statisticamente incontrano i gusti della maggioranza di persone". Io non capisco il senso di questa frase. 

Volevi dire oggettivamente? Impossibile che ogni storia sia soggettivamente ben fatta, significa che piacerebbe a tutti. Ma anche impossibile che ogni storia sia oggettivamente ben fatta come forse intendi tu.

E comunque io non parlo dei gusti, parlo di cose che puoi misurare, ovvero il Nizzi che ricorre sempre agli origlioni, che da a Tex comportamenti fuori dai canoni del personaggio, o dialoghi imbarazzanti per Carson etc etc, errori banali di sceneggiatura, trame incoerenti o palesemente illogiche

16 hours ago, Grande Tex said:

 

 

e invece guarda un po' è possibile.Vorrà dire che la prossima volta mi prenderò a bastonate sui piedi giusto per provare fastidio mentre le leggo,se ci tieni tanto.

 

non ho intenzione di fargli un servizio o no.Io sono così,e se sono così anche altri suoi fan non vuol dire che debbano essere inferiori o stupidi

 

Nessuno ci tiene a che tu smetta di divertirti. Mi chiedo solo come si possa apprezzare un fumetto che cerca di essere reale, nei limiti del possibile, quando si portano in scene situazioni ridicole e surreali. Penso che a te Nizzi però piacerebbe anche se dovessi leggerlo in ginocchio sui ceci, ma perché mettersi in situazioni estreme, io ti ho scritto qualcosa di diverso, tu purtroppo rispondi così.

 

Hai forse la coda di paglia, ti ho forse mai dato dello stupido? Il vittimismo non attacca con me e ti chiedo cortesemente di evitare, personalmente ho risposto al resto, ma su questo ti dico che si chiude ogni possibile conversazione perché è un atteggiamento che trovo davvero spiacevole e fastidioso.

Ho criticato delle tue affermazioni, magari anche in modo fermo, ma non ti ho dato dello stupido o dell'inferiore e non ho neanche esteso questo concetto ad altri fan di Nizzi.

Mi dai però l'impressione di rispondere come chi non ha argomenti e queste due tue risposte estrapolate sopra me ne danno conferma oltre ad essere un bel modo, semmai da parte tua, per buttare benzina contro i detrattori di Nizzi (che argomentano e non a prescindere) e cioè magari farmi passare per snob o per uno che insulta ed è intollerante. 

Resta il fatto che è un bene che Nizzi abbia concluso la sua collaborazione con Tex, soprattutto dopo le sue recenti interviste, credo fosse al capolinea nei rapporti e dal punto di vista artistico (per Tex). 

Ma non sono uno di quelli che vorrebbe vedere non pubblicate le sue storie ultime, anzi le comprerò seppur col timore di andare incontro a roba poco ispirata.

E sono uno che riconosce anche il suo lavoro, nel bene o nel male, di transizione con Bonelli, e di scrittura intensa per assicurare l'uscita di Tex negli anni. 

Non sono uno che vi reputa inferiori, sei tu che vuoi farmi passare per tale, ma è un tuo problema.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Rangers
<span style="color:red">12 minuti fa</span>, valerio dice:

Storia stroncata ancora prima di uscire. Complimenti.

Esatto!

Della serie non siamo per niente prevenuti.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, LedZepp dice:

No, dire che non ti importa non è un'opinione ma una presa di posizione, ovvero "sti cazzi" e nel tuo caso basata su preconcetti perché Nizzi lo difendi anche quando indifendibile.

scusa ma non è vero

Indipendentemente dall' autore,se una cosa non mi interessa è un' opinione anche quella.

1 ora fa, LedZepp dice:

invece esistono storie oggettivamente ben fatte, non esistono solo la logica della trama e la sua coerenza. Esiste la recitazione del personaggio, lo stile del dialogo, la qualità e la caratterizzazione dei personaggi secondari, gli scenari, i passaggi chiave delle sceneggiature e la loro gestione, la fedeltà alla tradizione e tante cose che possono rendere una storia oltre che piacevole e soggettivamente buona, anche oggettivamente ben curata

mi dispiace ma anche questo puo' essere soggettivo,così come l' importanza che gli viene data.

Il fatto stesso che ne stiamo discutendo lo dimostra.

1 ora fa, LedZepp dice:

Nessuno ci tiene a che tu smetta di divertirti. Mi chiedo solo come si possa apprezzare un fumetto che cerca di essere reale, nei limiti del possibile, quando si portano in scene situazioni ridicole e surreali. 

se questo puo' succedere,non so che farci.Il mio non voleva essere vittimismo,comunque,nè volevo insinuare che mi avessi offeso.Era un' iperbole,ok? 

Edited by Grande Tex
Link to comment
Share on other sites

7 minutes ago, Grande Tex said:

scusa ma non è vero

Indipendentemente dall' autore,se una cosa non mi interessa è un' opinione anche quella.

mi dispiace ma anche questo ouo' essere soggettivo.Il fatto stesso che ne stiamo discutendo lo dimostra

se questo puo' succedere,non so che farci.Il mio non voleva essere vittimismo,comunque,nè volevo insinuare che mi avessi offeso.Era un' iperbole,ok? 

guarda che possiamo discutere di tutto, anche di fronte al bianco e nero o all'oro e al blu di un vestito (illusione ottica che ha spopolato poco tempo fa), o che la terra sia piatta o sferica. La gente discute di queste cose, ma questo non le rende soggettive. La terra non è piatta per fare un esempio, anche se esistono associazioni che supportano questa teoria e la donna non è stata creata da una costola anche se il libro più venduto al mondo dice questo... discutere di qualcosa non significa che sempre entrambe o le varie le posizioni siano vere.

 

Continuo a credere che "il non mi interessa" non sia un'opinione nel merito di una storia, ma una presa di posizione dato che si applica sempre e comunque al modo di leggere, ma non è una questione così fondamentale da discutere per oltre due post.

 

Io comunque questa storia non la stronco a prescindere, spero anzi di restare sorpreso. Sicuramente i disegni non deluderanno

Link to comment
Share on other sites

20 minutes ago, valerio said:

La prevenzione è una cosa che squalifica senza possibilità di riabilitazione chi ne fa sfoggio.

Peccato.

 

Dopo quasi 40 anni di storie (di cui almeno 30 fatti di storie inqualificabili, pessime, ridicole, vergognose e offensive per il personaggio e i lettori) non prendere una storia di Nizzi sarebbe "essere prevenuti"?????  :laughing::laughing::laughing:

 

Dimmi, dopo quanti anni e quante storie concedi il diritto di rompersi le palle? 50 anni? 60 anni? 400 storie? Mille?

 

O nel caso di Nizzi il diritto di rompersi le palle non esiste MAI, e chi lo critica è SEMPRE PREVENUTO A PRESCINDERE?  :angry:

 

E poi vi incazzate (e vi stupite pure) quando venite considerati "fanatici nizziani". Quando per voi chi non prende Nizzi "solo" perchè le sue ultime 200 STORIE erano emerite schifezze conclamate è uno "prevenuto"...  :rolleyes:

 

Dimmi, sei un minimo COERENTE con le cose che dici? Stai ancora comprando TUTTE le storie pubblicate in Italia (o almeno, quelle Bonelli), perchè anche se Nathan Never per esempio non ti piace, non ti è mai piaciuto, non comprare il prossimo numero vuole dire "essere prevenuti"? Stai religiosamente comprando TUTTI gli autori che ti hanno fatto schifo negli ultimi 40 anni, perchè 40 anni sono un tempo troppo breve e saresti "prevenuto"?

 

Ma no, ovvio, lo sai anche tu che è un emerita sciocchezza, e saresti tu un tipo strampalato se applicassi questa visione strampalata alle tue letture.

 

Però pur di difendere ad oltranza Nizzi la spari, questa emerita sciocchezza, e quello che è peggio, trovi pure gente che ci crede...

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.