Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Maxi Tex N. 31] I Quattro Vendicatori


Sam Stone
 Share

Recommended Posts

3 ore fa, Exit dice:

No, Zico no. Per ogni friulano che si rispetti è fuori categoria.

Non avrà vinto il Mondiale, ma è stato tra i più grandi.

 

Cacciava punizioni che erano opere d'arte.

Già risposto. Un artista.

2 ore fa, Condor senza meta dice:

Perdonami PapeSatan, ma non inserire in una lista simile giocatori del calibro di Van Basten o Baggio, rende tutto poco credibile. :unsure::D 

Quattro erano i posti e non mi piace fare i pari-merito di comodo. Giuro che Baggio nella mia graduatoria é quinto e Van Basten sesto. 

Peró adesso mi devi dire a quali sceneggiatori texiani corrispondono nella tua scala di giudizio. :dubbioso:

Edited by PapeSatan
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 minuti fa</span>, PapeSatan dice:

Peró adesso mi devi dire a quali sceneggiatori texiani corrispondono nella tua scala di giudizio. :dubbioso:

Ahahahaha non c'è una domanda di riserva? :D

 

Posso solo dirti che, da milanista, le emozioni che mi suscitò il "Cigno" di Utrech sono difficili da cancellare dalla memoria, quasi quanto i capolavori di Bonelli sr.

 

Baggio fu genio puro e tanta sostanza in zona goal (Il Boselli degli esordi?)  

  • Like (+1) 2
Link to comment
Share on other sites

A me non è piaciuto molto. 

La prima parte, con la sequenza di botte di fortuna in rapida sequenza (e con l'aggravante di Tex che non si accorge minimamente di uno che gli sta mentendo spudoratamente), quasi fastidiosa. Il resto raccontato con il pilota automatico, senza guizzi, senza nulla di particolare. Il finale mi ha fatto storcere un pò la bocca, con un cattivo cattivo che si vuole rappresentare come un nobile suddista, ma che poi non lo è per nulla.

 

Meno male che c'è Casertano a rendere comunque più che gradevole l'albo. 

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Macchè Zico e Maradona. GLB è Pelè, Boselli è Van Basten... O Crujff se preferite.  Forse Di Stefano... 

 

Concordo che TW è la miglior serie in Italia (e quindi al mondo.. ) in questo momento con l'unico difetto delle poche pagine!

 

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Salve a tutti

Che dire de "I quattro vendicatori" ? Scorrendo le discussioni, si notano pareri contrastanti. A me i Maxi in generale piacciono perché "catturano" di più rispetto agli albi della serie regolare, quindi forse sarò un po' di parte, ma l'avventura mi ha veramente coinvolto, in primis perché ha narrato di una tematica poco trattata ultimamente, ovvero i prigionieri di guerra sconfitti e il loro "dopo". Il finale poi, è stato originale, non me lo aspettavo in quel modo. I disegni li ho visti molto curati, specie nelle espressioni. Chi legge Alan Ford noterà che Casertano si avvicina allo stile di quel fumetto per quanto riguarda alcuni tratti dei volti. L'unica cosa che mi preoccupa è che ,da quanto ho letto, forse non vedremo molte altre storie di Claudio Nizzi. Sono triste perché è sempre stato uno dei miei preferiti assieme ad Antonio Segura. Purtroppo Segura non c'è più ma sarebbe bello se Nizzi tornasse ogni tanto, e se facessero pace nella redazione( visto che mi sembra di capire che ci siano stati problemi). Almeno questa è la mia opinione, da giovane lettore. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">23 minuti fa</span>, Blek dice:

Salve a tutti

Che dire de "I quattro vendicatori" ? Scorrendo le discussioni, si notano pareri contrastanti. A me i Maxi in generale piacciono perché "catturano" di più rispetto agli albi della serie regolare, quindi forse sarò un po' di parte, ma l'avventura mi ha veramente coinvolto, in primis perché ha narrato di una tematica poco trattata ultimamente, ovvero i prigionieri di guerra sconfitti e il loro "dopo". Il finale poi, è stato originale, non me lo aspettavo in quel modo. I disegni li ho visti molto curati, specie nelle espressioni. Chi legge Alan Ford noterà che Casertano si avvicina allo stile di quel fumetto per quanto riguarda alcuni tratti dei volti. L'unica cosa che mi preoccupa è che ,da quanto ho letto, forse non vedremo molte altre storie di Claudio Nizzi. Sono triste perché è sempre stato uno dei miei preferiti assieme ad Antonio Segura. Purtroppo Segura non c'è più ma sarebbe bello se Nizzi tornasse ogni tanto, e se facessero pace nella redazione( visto che mi sembra di capire che ci siano stati problemi). Almeno questa è la mia opinione, da giovane lettore. 

Ormai storie di Nizzi inedite da comprare son rimaste (per fortuna) poche. 

Dovrai accontentarti di rileggere le  vecchie o le ristampe. 

Ma visto che sei giovane, ti consiglio di leggere, se non l'hai già fatto, Tex Willer. 

  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">31 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Ormai storie di Nizzi inedite da comprare son rimaste (per fortuna) poche. 

Dovrai accontentarti di rileggere le  vecchie o le ristampe. 

Ma visto che sei giovane, ti consiglio di leggere, se non l'hai già fatto, Tex Willer. 

Ho letto Bandera un po' di tempo fa, siccome seguo Zagor. Molti mi hanno parlato bene di Tex Willer, ma credo che aspetterò  una raccolta o una ristampa che parta dal n.1. Immagino ci vorranno ancora 3 o 4 anni.  Non avendo iniziato a seguirla quando è uscita, non ho voglia di comprare numeri ora. Non escludo di farlo più avanti, magari.

Grazie comunque per il consiglio.

Il " per fortuna" riguardo Nizzi non lo condivido. Sicuramente bisogna dare spazio ad altri sceneggiatori, ma il mio era un invito a farlo tornare di tanto in tanto, cosa non impossibile credo. Di sue storie vecchie ne ho lette, compresi molti Nick Raider.

È chiaro che non tutte siano da 10 e lode ma secondo me quasi sempre superiori ad un attuale (con tutto il rispetto) Burattini ,per esempio. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Blek dice:

Il " per fortuna" riguardo Nizzi non lo condivido. Sicuramente bisogna dare spazio ad altri sceneggiatori, ma il mio era un invito a farlo tornare di tanto in tanto, cosa non impossibile credo. 

Penso tu creda male. Fatti un giro sul forum o su You tube, sulle ultime interviste di Nizzi e capirai perché . 

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">54 minuti fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Penso tu creda male. Fatti un giro sul forum o su You tube, sulle ultime interviste di Nizzi e capirai perché . 

 

Ho visto l'intervista a Nizzi. Ho capito più o meno la situazione. Certo con un po' di diplomazia le cose potrebbero ancora sistemarsi ma non dipende da noi. Nell'intervista Nizzi dice anche alcune cose giuste secondo me, ma usa toni critici troppo forti. Pazienza. Concentriamoci su altro a questo punto, resto in attesa delle ultime storie di Nizzi, in particolare il Maxi con Alessandrini e mi auguro che Boselli trovi altra gente per dare nuova linfa a Tex e mantenere un alto livello 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Blek dice:

Ho visto l'intervista a Nizzi. Ho capito più o meno la situazione. Certo con un po' di diplomazia le cose potrebbero ancora sistemarsi ma non dipende da noi. Nell'intervista Nizzi dice anche alcune cose giuste secondo me, ma usa toni critici troppo forti. Pazienza. Concentriamoci su altro a questo punto, resto in attesa delle ultime storie di Nizzi, in particolare il Maxi con Alessandrini e mi auguro che Boselli trovi altra gente per dare nuova linfa a Tex e mantenere un alto livello 

 

Giusfredi :D 

Link to comment
Share on other sites

  • co fondatore
<span style="color:red">4 ore fa</span>, Blek dice:

Molti mi hanno parlato bene di Tex Willer, ma credo che aspetterò  una raccolta o una ristampa che parta dal n.1. Immagino ci vorranno ancora 3 o 4 anni.  Non avendo iniziato a seguirla quando è uscita, non ho voglia di comprare numeri ora. Non escludo di farlo più avanti, magari.

Quasi tutte le storie sono state ristampate in volume. Approfittane.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">25 minuti fa</span>, Mister P dice:

Quasi tutte le storie sono state ristampate in volume. Approfittane.

Diciamo che gradirei di più una raccolta da edicola tra qualche anno, magari con cartoline o qualcosa di allegato,ma valuterò. Già dopo Bandera la tentazione di continuare almeno gli speciali c'è stata

Link to comment
Share on other sites

Oggi non è più come una volta che bisognava ordinare gli arretrati direttamente alla Bonelli per posta. Certo, si può fare ancora (e hanno pure aperto lo shop), ma gli arretrati si possono comprare più comodamente ordinandoli in edicola.

 

Visto che Tex viene continuamente ristampato è probabile che un giorno prima o poi sarà ristampato pure Tex Willer, ma il fatto che vengano "silenziosamente" ristampati i singoli albi esauriti e pure i volumi cartonati (anche se se queste ristampe vengono annunciate), cioè che tengano in stampa e disponibile tutta la serie, mi fa pensare che per adesso a ristampe integrali non ci pensano.

 

Io in ogni caso penso che è sempre preferibile un originale ad una ristampa, ma ciascuno ha i suoi gusti...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Blek dice:

Ho letto Bandera un po' di tempo fa, siccome seguo Zagor. Molti mi hanno parlato bene di Tex Willer, ma credo che aspetterò  una raccolta o una ristampa che parta dal n.1. Immagino ci vorranno ancora 3 o 4 anni. 

 

 

Non ci contare. I tempi cambiano. La riedizione è quella in volume.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Diablero dice:

Oggi non è più come una volta che bisognava ordinare gli arretrati direttamente alla Bonelli per posta. Certo, si può fare ancora (e hanno pure aperto lo shop), ma gli arretrati si possono comprare più comodamente ordinandoli in edicola.

 

Visto che Tex viene continuamente ristampato è probabile che un giorno prima o poi sarà ristampato pure Tex Willer, ma il fatto che vengano "silenziosamente" ristampati i singoli albi esauriti e pure i volumi cartonati (anche se se queste ristampe vengono annunciate), cioè che tengano in stampa e disponibile tutta la serie, mi fa pensare che per adesso a ristampe integrali non ci pensano.

 

Io in ogni caso penso che è sempre preferibile un originale ad una ristampa, ma ciascuno ha i suoi gusti...

Originale sempre meglio certo, ma se ci si trova ad iniziare una serie già molto avanti (parlo in generale, per quanto riguarda Tex Willer che è fresca con un po' di pazienza e con un po' di disponibilità economica gli albi si recuperano come giustamente dici) dovendo trovare molti arretrati, si fanno delle scelte: o si segue una ristampa ben fatta( e per ben fatta intendo con un valore aggiunto rispetto all'originale) o si compra una collezione completa (opzione per me meno "romantica") o si recuperano piano piano i numeri che ci interessano o che ci capitano. Ma queste cose le sapete già. Tex nuova ristampa aveva le cartoline come valore aggiunto ma da quando sono sparite, la collana non ha niente di diverso dal tutto Tex, se non la numerazione.  Ad ogni modo non vorrei uscire fuori tema, visto che la discussione è sul Maxi. Magari ci sarà modo di riparlarne più avanti, il prossimo speciale Tex Willer credo che lo prenderò. 

Link to comment
Share on other sites

A me la storia è piaciuta: classico western con parte investigativa e finale crepuscolare, un must per Nizzi.

Il Tex che Nizzi ci propone è però molto lontano dall’archetipo di GLB, lì abbiamo un’autentica forza della natura, indomabile, veloce nel pensiero e nell’azione, direi  il modello che stiamo ritrovando nella serie Tex Willer, unito all’esuberanza giovanile.

Nizzi ci propone un Tex riflessivo, meditabondo, indolente, quasi comico per come viene gabbato dall’impiegato della ferrovia. Addirittura, ha bisogno di chiedere due volte conferma al fidanzato della ragazza, in merito alla sua complicità nell’imboscata sul lago

  • Sad (0) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, Nebulo1769 dice:

A me la storia è piaciuta: classico western con parte investigativa e finale crepuscolare, un must per Nizzi.

Il Tex che Nizzi ci propone è però molto lontano dall’archetipo di GLB, lì abbiamo un’autentica forza della natura, indomabile, veloce nel pensiero e nell’azione, direi  il modello che stiamo ritrovando nella serie Tex Willer, unito all’esuberanza giovanile.

Nizzi ci propone un Tex riflessivo, meditabondo, indolente, quasi comico per come viene gabbato dall’impiegato della ferrovia. Addirittura, ha bisogno di chiedere due volte conferma al fidanzato della ragazza, in merito alla sua complicità nell’imboscata sul lago

E nonostante ciò, la storia ti è piaciuta? 

Vabbè :dubbioso:

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

A me sembra che questa storia abbia dei grossi difetti nelle prime cento pagine e altri nella parte finale. Lo svolgimento è abbastanza scorrevole, pur senza picchi particolari.

 

Per difetti intendo


 

Spoiler

Tex che non capisce che il capostazione gli sta mentendo. Nemmeno un dubbio. Eppure il suo "superpotere" è quello di saper leggere le persone. Se non ci fosse il barbone fuori dalla stazione che lo mette sulla strada giusta, l'indagine sarebbe già conclusa. Questo per me è un errore da matita rossa.

C'è anche poi la doppia coincidenza grazie alla quale Tex e Carson scoprono l'identità degli avversari perchè uno si dimentica i telegrammi con i nomi sulla scrivania, e subito dopo dentro un cassetto trovano anche le loro fotografie. 

Nel finale non mi piaciuto che un antagonista, a cui viene appiccicata malamente una sortà di nobiltà d'animo, viene ucciso da un comprimario per togliere a Tex l'impiccio di doverlo giudicare.

  

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

E nonostante ciò, la storia ti è piaciuta? 

Vabbè :dubbioso:

Mi è piaciuta, ovviamente quello di GLB è l’unico e vero Tex, però anche questo, con sfumature alla Nick Raider, a mio avviso, si lascia leggere volentieri

Link to comment
Share on other sites

On 10/13/2022 at 10:11 AM, LedZepp said:

Ma ad oggi questo è il peggior Maxi che io abbia letto, noioso, non necessario se non per riempire la libreria. 

 

Ussignur! Ma ciofeche come La belva umana, Il veleno del cobra, Figlio del vento, Alaska, Il boss di Chicago me le ricordo solo io?
Questo maxi ha un sacco di luoghi comuni texani, delle classiche scene nizziane che avete già citato più volte, però l'ho letto con gusto (a differenza dei balenotteri elencati sopra) non mi sono pentito dell'acquisto.
La sceneggiatura scorre benissimo, non ci sono tempi morti, oltre agli origlioni e alle torte di mele ci sono anche diversi elementi originali e il finale mi ha fatto apprezzare anche di più questo maxi.

E poi ci sono i disegni dell'immenso Giampo che sono una vera e propria gioia per gli occhi. Si è già detto della caratterizzazione dei comprimari e delle comparse, ma quello che mi piace ancora di più di questo disegnatore è la costruzione delle tavole, la sua abilità nella trasposizione della storia in disegni rendendo ogni scena interessante con cambi di inquadratura continui.

 

Insomma, si è letto certamente di meglio ma I quattro vendicatori sono un maxi pregevolissimo.
 

  • +1 3
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">2 ore fa</span>, MarrFarr dice:

 

Ussignur! Ma ciofeche come La belva umana, Il veleno del cobra, Figlio del vento, Alaska, Il boss di Chicago me le ricordo solo io?
Questo maxi ha un sacco di luoghi comuni texani, delle classiche scene nizziane che avete già citato più volte, però l'ho letto con gusto (a differenza dei balenotteri elencati sopra) non mi sono pentito dell'acquisto.
La sceneggiatura scorre benissimo, non ci sono tempi morti, oltre agli origlioni e alle torte di mele ci sono anche diversi elementi originali e il finale mi ha fatto apprezzare anche di più questo maxi.

E poi ci sono i disegni dell'immenso Giampo che sono una vera e propria gioia per gli occhi. Si è già detto della caratterizzazione dei comprimari e delle comparse, ma quello che mi piace ancora di più di questo disegnatore è la costruzione delle tavole, la sua abilità nella trasposizione della storia in disegni rendendo ogni scena interessante con cambi di inquadratura continui.

 

Insomma, si è letto certamente di meglio ma I quattro vendicatori sono un maxi pregevolissimo.
 

 

Concordo assolutamente 

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

A prescindere dal fatto che i gusti sono soggettivi e che, come si suol dire, "la bellezza sta negli occhi di chi guarda", ma dinanzi a un'illustrazione così strepitosa, come mettere in dubbio che l'arruolamento del grande Giampiero Casertano sia una ricchezza per la saga del nostro amato Tex? 

 

Cattura.jpg

(Fonte: profilo Instagram dell'artista)

 

  • Like (+1) 2
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Cosa funziona di questa storia?

1) la sequenza della "esecuzione", con cui prende l'avvio l'albo;

2) la scena finale, con la nemesi del colonnello;

3) uno sviluppo della vicenda solido.

 

Consa non mi è piaciuto?

1) troppe, decisamente, le bistecche e le patatine; i nostri eroi sembrano, a volte, una compagnia di beoni;

2) i colpi di fortuna (per esempio Ethan che va a sedersi per caso proprio accanto ai due rangers), via troppo comoda per far scorrere la vicenda;

3) Tex e Carson che "respingono" i proiettili, più o meno come il pistolero voodoo: come è possibile che non li colpiti presi, almeno di striscio, mentre si trovavano allo scoperto sulla barca?

 

Tutto sommato, però, è un albo che si legge con piacere, anche per la qualità dei disegni. Una critica, però, a Casertano per le chine tropo marcate.

 

Infine, una notazione off topic.

Ho letto la storia da qualche giorno e, come al solito, avevo l'intenzione di recensirla. Però, sono stato trattenuto dal leggero fastidio che mi provoca l'eccesso di polemica che sta segnando il forum in questi giorni.

In questo topic, destinato a parlare di una storia tutto sommato normale di Tex, si è di nuovo riattizzato lo scontro tra ghibellini nizziani e guelfi antinizziani. Per non parlare delle pagine e pagine di commenti, interessanti sulle prime, poi sempre più ripetitivi, sulle modifiche all'incontro tra Mefisto e Padma. Infine, anche sui romanzi di Letizia si è scatenata una baruffa abbastanza inspiegabile.

Certo, da un forum che tratta con serietà di cose futili mi aspetto confronto e anche qualche lite. Ma il rischio è che, tra queste dispute che si avvitano su loro stesse, un utente distratto come me finisca per perdersi qualcuna delle molte cose interessanti che vengono scritte.

  • Confused (0) 1
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">8 ore fa</span>, F80T dice:

Cosa funziona di questa storia?

1) la sequenza della "esecuzione", con cui prende l'avvio l'albo;

2) la scena finale, con la nemesi del colonnello;

3) uno sviluppo della vicenda solido.

 

Consa non mi è piaciuto?

1) troppe, decisamente, le bistecche e le patatine; i nostri eroi sembrano, a volte, una compagnia di beoni;

2) i colpi di fortuna (per esempio Ethan che va a sedersi per caso proprio accanto ai due rangers), via troppo comoda per far scorrere la vicenda;

3) Tex e Carson che "respingono" i proiettili, più o meno come il pistolero voodoo: come è possibile che non li colpiti presi, almeno di striscio, mentre si trovavano allo scoperto sulla barca?

 

Tutto sommato, però, è un albo che si legge con piacere, anche per la qualità dei disegni. Una critica, però, a Casertano per le chine tropo marcate.

 

Infine, una notazione off topic.

Ho letto la storia da qualche giorno e, come al solito, avevo l'intenzione di recensirla. Però, sono stato trattenuto dal leggero fastidio che mi provoca l'eccesso di polemica che sta segnando il forum in questi giorni.

In questo topic, destinato a parlare di una storia tutto sommato normale di Tex, si è di nuovo riattizzato lo scontro tra ghibellini nizziani e guelfi antinizziani. Per non parlare delle pagine e pagine di commenti, interessanti sulle prime, poi sempre più ripetitivi, sulle modifiche all'incontro tra Mefisto e Padma. Infine, anche sui romanzi di Letizia si è scatenata una baruffa abbastanza inspiegabile.

Certo, da un forum che tratta con serietà di cose futili mi aspetto confronto e anche qualche lite. Ma il rischio è che, tra queste dispute che si avvitano su loro stesse, un utente distratto come me finisca per perdersi qualcuna delle molte cose interessanti che vengono scritte

Sottoscrivo :ok:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.