Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[714/715] La rupe del diavolo


natural killer
 Share

Recommended Posts

2 ore fa, natural killer dice:

Gli indiani, e ci perdoni navajo warrior, vengono decimati dal preciso tiro dei pards, in scene ripetitive e assillanti che Mastantuono ha reso magnificamente con il suo tratto nervoso ed estremamente preciso, regalandoci una vastissima gamma di espressioni e fisionomie oltre a scenari cinematografici degni di un movimento di camera da premio oscar, facendoci rivivere l'angoscia dei momenti in cui pare non riuscire a venir fuori dai peggiori incubi ricorrenti.

 

Dai, non me la prendo per i continui eccidi di indiani che leggo su Tex, per fortuna è 'solo' un fumetto, se no sarebbero davvero estinti da un pezzo.

E poi devo proprio ringraziare Tex se ho questa passione per i Nativi, perchè tifavo per Tex contro Mefisto ma mi incazzavo che sterminava gli Hualpai.

In questa storia particolare si poteva tirare in ballo qualche altra tribù, Cree per esempio (che usavano canoe, ad esempio), dal momento che i Siksika erano già presenti per via di Betulla Coscialunga.

Se non mi piace la storia non è per gli indiani, ci mancherebbe.  E quello che dici sulle inquadrature da Oscar può anche filare (a parte che non mi piacciono i disegni), ma sono troppo ripetuti, a ogni scontro, ripetitivi, questo intendevo.

 

PS. Liberi tutti? via la maschera...

Edited by navajo warrior
Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red;">34 minuti fa</span>, navajo warrior dice:

dal momento che i Siksika erano già presenti per via di Betulla Coscialunga.

 

Ah ah gran pezzo di figliola, chiamalo fesso Gros Jean!

Link to comment
Share on other sites

Letto la storia finalmente completa. E ricominciata dall'inizio viste le osservazioni che pensavo mi fossero scappate.

E invece ho chiuso il secondo albo soddisfatto perché non è un capolavoro ma neppure una schifezza.

Le scene di sparatorie non proseguono per decine e decine di pagine: si tratta di uno scontro a fuoco come

ne abbiamo visto a tonnellate durante gli scorsi settant'anni, quindi tutto nella norma.

Da una ripetizione di una scena simile tra i due albi mi sono accorto che Nizzi (se ne accorge Carson)

mette in bocca a Tex battute proprie del più anziano e saggio pard, quasi una rivoluzione!

E c'è pure una scena finale "lampo" che dura appena sedici pagine siparietto finale compreso,

quindi anche accenni di ammodernamento da parte di Nizzi.

Voto 7+

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">27 minuti fa</span>, Dix Leroy dice:

Letto la storia finalmente completa. E ricominciata dall'inizio viste le osservazioni che pensavo mi fossero scappate.

E invece ho chiuso il secondo albo soddisfatto perché non è un capolavoro ma neppure una schifezza.

Le scene di sparatorie non proseguono per decine e decine di pagine: si tratta di uno scontro a fuoco come

ne abbiamo visto a tonnellate durante gli scorsi settant'anni, quindi tutto nella norma.

Da una ripetizione di una scena simile tra i due albi mi sono accorto che Nizzi (se ne accorge Carson)

mette in bocca a Tex battute proprie del più anziano e saggio pard, quasi una rivoluzione!

E c'è pure una scena finale "lampo" che dura appena sedici pagine siparietto finale compreso,

quindi anche accenni di ammodernamento da parte di Nizzi.

Voto 7+

 

Concordo su tutto tranne che sul voto :-). Per me è un 6 pieno. Poi tra un anno/due la ricorderemo?

 

 

Link to comment
Share on other sites

Ho atteso il secondo albo per poter dare una mia opinione più obiettiva e completa possibile e dico subito che non voglio assolutamente esprimere giudizi su Nizzi o Mastantuono ma mi limito soltanto a fare valutazioni del tutto personali suula storia e, in parte, anche sui disegni.
Partendo da questi ultimi non sono particolarmente entusiasta e, guardando come è stato raffigurato Gros-Jean, non posso che storcere il naso notando come assomigli spudoratamente a una pessima caricatura di Giorgio Panariello.
La storia.
Il secondo albo, pur non scevro da qualche minuscolo difettuccio, è sicuramente superiore al primo che si è dilungato con particolari, a mio avviso, inutili.
Il proprietario della "Belle Star" non assume particolare rilevanza e, per tagliar corto, poteva essere benissimo un amico coetaneo di Gros-Jean, cercatore d'oro particolarmente fortunato e la sua proprietà poteva essere facilmente giustificata con un secco "ha trovato un filone d'oro abbastanza ricco".

La Betulla in fiore, che tutti ricordiamo non certo come una miss Saskatchewan, ce la potevano anche risparmiare.
C'erano da riempire una cinquantina di pagine, è vero, ma mi solleticava l'idea di una bella spazzolata alla Tex a Jackson e, naturalmente, anche a un paio di robusti scagnozzi messi di guardia.

E le 50 pagine erano belle che riempite.
Ma come, dopo la spazzolata e l'arresto del cattivo, l'albo sarebbe finito in 40 pagine; e poi?
Ma no, non avete considerato il segretario mingherlino di Jackson che, ignorato dai nostri castigamatti a causa dei suoi 40 chili scarsi di peso, dopo aver visto il massacro subito dalle due guardie del corpo, è corso a chiamare lo sceriffo che arriva giusto in tempo a salvare il "cittadino esemplare".
I nostri suggeriscono allo sceriffo di lasciar perdere "l'innocuo scherzo, perché non è aria" e tolgono le tende.

Magari una volta messi i piedi sulla terraferma, si divertono a sparacchiare sulle gomene di ancoraggio per far andare La "Glory of Alberta" a farsi un viaggetto sul fiume seguendo la corrente finché la caldaia avesse raggiunto la giusta pressione per consentire all'equipaggio di tornare indietro contro corrente e far medicare il povero e incavolatissimo Henry.
L'episodio dei mutandoni (e non le solite mutande tipo boxer, non scherziamo, siamo nelle gelide terre del nord, meglio i mutandoni di lana) poteva essere gestito meglio, magari con un Tex che si affaccia con la pistola in pugno, ma che viene sorpreso alle spalle mentre sta per spazzolare un cattivo sul davanti.
E magari anche gli altri pard (impossibile che non abbiano sentito nulla) non sarebbero potuti intervenire vedendo Tex minacciato con revolver alla schiena.
Insomma, alternative alla figuraccia di Tex ce n'erano a iosa, a saperle trovare.
Il secondo albo fila abbastanza liscio e, tranne qualche piccolo aggiustamento che non ci sarebbe stato male, tipo la chiusura molto frettolosa e altre cosette già notate da altri, potrebbe anche andare bene così. 

Link to comment
Share on other sites

Una bella storia, sicuramente molto migliore della precedente di Nizzi apparsa di recente che possiamo annoverare fra le modeste che si fanno dimenticare una settimana dopo averle lette.

Questa invece ha una buona trama e dialoghi frizzanti. Migliore la prima parte (primo albo) rispetto alla seconda ma nel complesso divertente. Quel che mi è piaciuto di più è il sapiente uso di Carson. Nizzi lo fa agire nuovamente come pard quasi alla pari mettendogli in bocca battute all'altezza. Come sono lontane le tristi storie a cui ci aveva abituato Nizzi in cui Carson recitava la parte del povero idiota a cui Tex doveva spiegare tutto per filo e per segno.

 

Link to comment
Share on other sites

Quoto il commento di West10.Buona storia, molto superiore all'Assedio di Mexcali. Mi e' piaciuta molto l'introduzione della storia nel primo albo e non mi ha dato fastidio l'episodio del Tex in mutande. Nella trama, l'unica sbavatura importante che ho trovato e' stata quella in cui i Pards sono andati a letto senza pensare  a dei turni di guardia. Penso che sia una storia che si ricorderà, perché  non si era mai visto un battello  che supera delle rapide e che si incaglia nelle paludi. Battelli e ambientazioni disegnati magnificamente da Mastantuono, solo i volti di Tex e Carson a volte non mi piacciono, perché troppo caricaturali.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Piombo Caldo dice:

Quoto il commento di West10.Buona storia, molto superiore all'Assedio di Mexcali. Mi e' piaciuta molto l'introduzione della storia nel primo albo e non mi ha dato fastidio l'episodio del Tex in mutande. Nella trama, l'unica sbavatura importante che ho trovato e' stata quella in cui i Pards sono andati a letto senza pensare  a dei turni di guardia. Penso che sia una storia che si ricorderà, perché  non si era mai visto un battello  che supera delle rapide e che si incaglia nelle paludi. Battelli e ambientazioni disegnati magnificamente da Mastantuono, solo i volti di Tex e Carson a volte non mi piacciono, perché troppo caricaturali.

È interessante avere opinioni così diverse. Ho trovato la storia precedente di Nizzi(Mezcali), sullo stesso livello (6 pieno). Storie accettabili, con aspetti positivi ma senza guizzi. Non credo le ricorderò tra un anno/due.

La Congiura, la Tigre Nera, Fuga da Anderville non le dimenticherò mai.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">11 ore fa</span>, natural killer dice:

 

Non decontestualizzare amico mio :D

sembra che l'abbia detto io....

Hai ragione, ho preso spunto dal tuo... spunto :D, perchè sei stato l'ultimo a parlarne. :trapper:

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">8 ore fa</span>, Diablorojo82 dice:

È interessante avere opinioni così diverse. Ho trovato la storia precedente di Nizzi(Mezcali), sullo stesso livello (6 pieno). Storie accettabili, con aspetti positivi ma senza guizzi. Non credo le ricorderò tra un anno/due.

La Congiura, la Tigre Nera, Fuga da Anderville non le dimenticherò mai.

Be' indubbiamente le tre che hai citato sono sono di molto superiori e si ricordano perché sono dei capolavori. Questa della Belle Star e' una storia normale, per me nella media di tante altre. Anche io mi stupisco che ad alcuni sia piaciuta di più quella di Mexali. Questa magari verrà ricordata per la trama con i Battelli a vapore, e perché  con questa storia Nizzi supera GB Bonelli per numero di tavole disegnate, o almeno così mi sembra di aver capito.🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">7 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Be' indubbiamente le tre che hai citato sono sono di molto superiori e si ricordano perché sono dei capolavori. Questa della Belle Star e' una storia normale, per me nella media di tante altre. Anche io mi stupisco che ad alcuni sia piaciuta di più quella di Mexali. Questa magari verrà ricordata per la trama con i Battelli a vapore, e perché  con questa storia Nizzi supera GB Bonelli per numero di tavole disegnate, o almeno così mi sembra di aver capito.🙋‍♂️

Sì... Nella media e per questo sono sul 6 pieno. Bella l'ambientazione e non male i siparietti però non ho trovato guizzi. Idem Mezcali intendiamoci, però mi ha preso di più (curiosità e colpi di scena finali). Questa della Belle Star non mi ha coinvolto e i disegni non mi hanno aiutato.

Link to comment
Share on other sites

E' proprio il colpo di scena finale che a me non ha convinto per niente in quella storia, e comunque non e' il solo episodio che io non ho trovato credibile.

Non xxx

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">15 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

E' proprio il colpo di scena finale che a me non ha convinto per niente in quella storia, e comunque non e' il solo episodio che io non ho trovato credibile.

Non xxx

Ok...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Be' indubbiamente le tre che hai citato sono sono di molto superiori e si ricordano perché sono dei capolavori. Questa della Belle Star e' una storia normale, per me nella media di tante altre. Anche io mi stupisco che ad alcuni sia piaciuta di più quella di Mexali. Questa magari verrà ricordata per la trama con i Battelli a vapore, e perché  con questa storia Nizzi supera GB Bonelli per numero di tavole disegnate, o almeno così mi sembra di aver capito.🙋‍♂️

 

Concordo, infatti neanche io ho detto che è una storia paragonabile a Fuga da Anderville o Furia Rossa, intendevo dire che è sicuramente piacevole e magari fra qualche anno me la ricorderò ancora, cosa di cui non posso dire dell'altra di cui avevo già dimenticato il titolo, figurati il resto.

Poi anche in questa ci sono dei passaggi a vuoto, tipo la frana che si risolve in un felice attraversamento… in pratica anche senza l'intervento di Tiger e Kit i tre avrebbero sbagliato i tempi… magari poteva essere gestito meglio questo episodio.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">40 minuti fa</span>, West10 dice:

 

Concordo, infatti neanche io ho detto che è una storia paragonabile a Fuga da Anderville o Furia Rossa, intendevo dire che è sicuramente piacevole e magari fra qualche anno me la ricorderò ancora, cosa di cui non posso dire dell'altra di cui avevo già dimenticato il titolo, figurati il resto.

Poi anche in questa ci sono dei passaggi a vuoto, tipo la frana che si risolve in un felice attraversamento… in pratica anche senza l'intervento di Tiger e Kit i tre avrebbero sbagliato i tempi… magari poteva essere gestito meglio questo episodio.

Sicuramente... Come altre cose del resto. Comunque il tempo sarà galantuomo 🙂

Link to comment
Share on other sites

Contrariamente alla maggioranza di pareri favorevoli,ho trovato noiosissima la seconda parte di quest'avventura. Avversari da operetta,spazzati letteralmente via da una gragnuola di proiettili degna del miglior Faraci,ed accompagnati da un Mister Jackson versione moschettiere talmente scarso come boss da risultare ridicolo,per nulla paragonabile ai vari Madison,Bonnet e Sidney,tanto per citare alcuni fra gli avversari in doppio petto affrontati da Tex & Co. in Canada. Inoltre,e come già sottolineato,episodio della roccia disintegrata gestito malissimo ed un finale risolto in tre tavole.  Storia e disegni insufficienti.

Link to comment
Share on other sites

A me personalmente la storia L’odissea della “Belle Star”, è piaciuta, divertente, ma nonostante l’abbia già letta due volte, mi manca un passaggio..

Si parla di questi ostaggi a bordo.. tra gli altri di un certo Travis (mai visto) ammanettato..ma in quale tavola vengono catturati?!? A che pagina?

Probabilmente mi è sfuggito qualcosa..ma non averlo visto per ben due volte mi preoccuperebbe parecchio..

Avete fatto caso anche voi a questa cosa?

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">7 minuti fa</span>, Red dice:

A me personalmente la storia L’odissea della “Belle Star”, è piaciuta, divertente, ma nonostante l’abbia già letta due volte, mi manca un passaggio..

Si parla di questi ostaggi a bordo.. tra gli altri di un certo Travis (mai visto) ammanettato..ma in quale tavola vengono catturati?!? A che pagina?

Probabilmente mi è sfuggito qualcosa..ma non averlo visto per ben due volte mi preoccuperebbe parecchio..

Avete fatto caso anche voi a questa cosa?

A pag. 75 e a pag. 88 del primo albo si parla di Travis, forse non hai letto La rupe del diavolo

Link to comment
Share on other sites

  • Collaboratori
<span style="color:red;">13 minuti fa</span>, Red dice:

A me personalmente la storia L’odissea della “Belle Star”, è piaciuta, divertente, ma nonostante l’abbia già letta due volte, mi manca un passaggio..

Si parla di questi ostaggi a bordo.. tra gli altri di un certo Travis (mai visto) ammanettato..ma in quale tavola vengono catturati?!? A che pagina?

Probabilmente mi è sfuggito qualcosa..ma non averlo visto per ben due volte mi preoccuperebbe parecchio..

Avete fatto caso anche voi a questa cosa?

 

Ti manca il passaggio perché la storia si compone di due albi e tu hai letto solo il secondo. Cerca di recuperare anche il primo albo intitolato "La rupe del Diavolo".

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">9 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Nizzi supera GB Bonelli per numero di tavole disegnate, o almeno così mi sembra di aver capito.🙋‍♂️

Gian Battista?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Havasu dice:

Contrariamente alla maggioranza di pareri favorevoli,ho trovato noiosissima la seconda parte di quest'avventura. Avversari da operetta,spazzati letteralmente via da una gragnuola di proiettili degna del miglior Faraci,ed accompagnati da un Mister Jackson versione moschettiere talmente scarso come boss da risultare ridicolo,per nulla paragonabile ai vari Madison,Bonnet e Sidney,tanto per citare alcuni fra gli avversari in doppio petto affrontati da Tex & Co. in Canada. Inoltre,e come già sottolineato,episodio della roccia disintegrata gestito malissimo ed un finale risolto in tre tavole.  Storia e disegni insufficienti.

Concordo su tutto tranne i disegni, Mastantuono non mi dispiace, comunque ci ho messo 15 minuti a leggere questo secondo albo.

Anche il primo era sulla stessa falsariga qui aveva messo le solite cene, spiegoni e origlioni.  

A questo punto,  non aspettandomi piú di tanto da Nizzi se non il solito compitino senza guizzi, solo luoghi comuni, bistecche e patatine, Bang! Bang! AHHH!, visto che l'albo della regolare lo prendo, quando sará targato Nizzi prima di leggerlo verró prima qui sul forum a leggere i post di Diablero. Saró pure condizionato, ma rimangono per me il maggior incentivo alla lettura con tutti i suoi precisi riferimenti.

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">18 minuti fa</span>, ggaaco dice:

Concordo su tutto tranne i disegni, Mastantuono non mi dispiace, comunque ci ho messo 15 minuti a leggere questo secondo albo.

Anche il primo era sulla stessa falsariga qui aveva messo le solite cene, spiegoni e origlioni.  

A questo punto,  non aspettandomi piú di tanto da Nizzi se non il solito compitino senza guizzi, solo luoghi comuni, bistecche e patatine, Bang! Bang! AHHH!, visto che l'albo della regolare lo prendo, quando sará targato Nizzi prima di leggerlo verró prima qui sul forum a leggere i post di Diablero. Saró pure condizionato, ma rimangono per me il maggior incentivo alla lettura con tutti i suoi precisi riferimenti.

 

Io leggerei prima sempre Nizzi (poi i commenti) o altri. A scatola chiusa è complesso valutare. 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Havasu dice:

Contrariamente alla maggioranza di pareri favorevoli,ho trovato noiosissima la seconda parte di quest'avventura. Avversari da operetta,spazzati letteralmente via da una gragnuola di proiettili degna del miglior Faraci,ed accompagnati da un Mister Jackson versione moschettiere talmente scarso come boss da risultare ridicolo,per nulla paragonabile ai vari Madison,Bonnet e Sidney,tanto per citare alcuni fra gli avversari in doppio petto affrontati da Tex & Co. in Canada. Inoltre,e come già sottolineato,episodio della roccia disintegrata gestito malissimo ed un finale risolto in tre tavole.  Storia e disegni insufficienti.

I disegni non ti sono piaciuti! Ok i gusti, però tralasciando qualche volto, non si può non ammettere che il paesaggio e le navi siano insufficienti.

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By Juan Ortega
      Quali sono per voi le 5 migliori storie di Claudio Nizzi?
      Questa la mia lista:
      1) Furia Rossa (Ticci)
      2) Fuga da Anderville (Ticci)
      3) Il ragazzo selvaggio (Ticci)
      4) Il bisonte bianco (Fusco)
      5) La congiura (Villa)
    • By natural killer
      Una stazione di posta assediata dai feroci predoni Yaqui…
      TEX
      N° : 710
      Periodicità: mensile
      L'ASSEDIO DI MEZCALI
      uscita: 07/12/2019
      Formato: 16x21 cm, b/n
      Pagine: 112
      Codice a barre: 977112156104690710
      Soggetto: Claudio Nizzi
      Sceneggiatura: Claudio Nizzi
      Disegni: Lucio Filippucci
      Copertina: Claudio Villa

      Gli Yaqui sono in rivolta… Nella remota stazione di posta di Mezcali hanno trovato rifugio una pattuglia di soldati, i viaggiatori di una diligenza, un cercatore d’oro, un fuorilegge e due rangers… Tuti insieme contro il nemico comune… Ma di fronte al pericolo, le diversità vengono a galla…

       

       
       
       

       

    • By natural killer
      TEX A UNOMATTINA ESTATE!
      Anche lo spettacolare Corrado Mastantuono è ospite della trasmissione mattutina di Rai 1, per parlare di quanto da lui fatto su Tex e del lavoro del fumettista in generale. E come sempre, se ve lo perdete in diretta potete recuperarlo online.
      Ogni giorno in cui si parla di fumetti in tv è un buon giorno. Se poi i fumetti sono quelli di Sergio Bonelli Editore, meglio ancora!
      Mercoledì 10 luglio, intorno alle 10:15, Corrado Mastantuono è ospite di Unomattina Estate per chiacchierare con i conduttori Valentina Bisti e Roberto Poletti del suo sontuoso lavoro per Tex e Deadwood Dick. Tra l'altro, il disegnatore romano è recentemente tornato a illustrare anche le copertine della nuova serie di Magico Vento, il cui primo numero è in edicola dal 6 luglio.
      Se, per qualunque motivo, non avete modo di seguire la puntata di Unomattina Estate in diretta, potete recuperarla in streaming nel sito della Rai a partire dal giorno successivo alla messa in onda.
       
      https://www.sergiobonelli.it/notizie-flash/2019/07/10/news/mastantuono-a-unomattina-1004954/
    • By natural killer
      uscita: 23/02/2018
      GIUSTIZIA A CORPUS CHRISTI
      Quattro uomini soli contro tutti per la resa dei conti a Corpus Christi!
       
       


       

       

       
      http://www.sergiobonelli.it/tex/2017/12/21/albo/giustizia-a-corpus-christi-1002297/
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.