Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Tex Willer N. 37/40] Il Mio Amico Hutch


MacParland
 Share

Recommended Posts

Discutibile quanto si vuole - e io stesso non riesco a dare un giudizio netto per la scelta - la presenza di Carson in copertina è giustificata da un suo ruolo parallelo a Tex molto efficace e più convincente. Direi perfino avvincente. Ho avuto anch'io l'impressione di una quarta parte a tavoletta e dunque di un certo disequilibrio nel complesso della storia; che fila bene ma con qualche concessione di troppo per un giovane Tex al quale verrebbe da rivolgersi con le frasi ironiche di "Cantautore" di Edoardo Bennato (che se non lo sapevate, è un eccellente disegnatore, ama i fumetti e da qualche parte in un cassetto ha anche degli schizzi di Tex): «Tu sei perfetto, tu non hai un difetto, che rabbia che ci fai...».

Ho trovato i disegni di Valdambrini a fase alternata, ma migliorati rispetto a certi, palesemente negativi, del primo albo. Non  mancano le imprecisioni: vedi a pagina 35, dove  nella prima vignetta Tex ha la fondina sinistra vuota perché la pistola e infilata (perché?) nella parte posteriore del cinturone. Poi però ha il tempo di estrarre quella a destra e passarla all'altra mano, con la quale può sparare da una posizione migliore. Nella pagina successiva, il rivale solleva a riparo un grosso tavolone come se fosse un tavolino pieghevole da picnic e poco dopo lo scaglia come un fuscello con una forza da Pat Mc Ryan...

Nota finale: come nel recente cartonato, anche qui una fanciulla messicana piange il padre manigoldo e inviso al rubacuori di turno. Deve essere una questione di Family Feeling, con Manuela Montoya che ovviamente fa da eccezione.

Edited by San Antonio Spurs
Link to comment
Share on other sites

Letta.

 

Mi è piaciuta abbastanza e la considero la migliore tra le storie di Tex Willer non-boselliane uscite finora. Però è vero che i difetti non mancano.

 

Giusfredi tira "l'introduzione" un po' troppo per le lunghe (i primi 3 albi) per poi chiudere il tutto in fretta e furia nel 4° capitolo, come se si fosse accorto troppo tardi che le pagine non erano sufficienti. Il risultato è che Tex appare più infallibile e letale di Ken il Guerriero! :lol: Nessuno è in grado anche solo di impensierirlo, benchè sia quasi sempre solo contro un intero carcere e tutte le sue guardie.

 

Hutch mi è risultato antipatico. Non so da cosa dipenda, so solo che durante la lettura non l'ho sopportato. Eppure in Nueces Valley mi aveva fatto ben altra impressione.

 

Le numerose pagine dedicate all'esposizione del passato dei "cattivi" mi sono parse troppe, visto che alla resa dei conti si tratta di banali malvagioni senza sfumature, che fanno il male per puro sadismo (per quale altra ragione il Cangrejo sfigurerebbe le donne se non per pura cattiveria?).

 

Comunque la storia ha un buon ritmo e io non mi sono mai annoiato.

Link to comment
Share on other sites

L'esordio di Giusfredi nella testata del giovane Tex non poteva iniziare meglio di così, all'inizio il soggetto sembra banale ma andando avanti si intrecciano più vicende che non riguardano solo Tex ma anche i comprimari (Kit Carson davvero eccezionale). Le vicende di Tex e Carson viaggiano in parallelo anche senza incontrarsi mai com'era accaduto nella storia "Sull'Alto Missouri" ma entrambi sono determinanti nelle situazioni più difficili, senza accorgersene si aiutano anche a vicenda. I disegni di Valdambrini sono decisamente ispirati e ci restituiscono paesaggi e scene davvero memorabili come ad esempio il flashback di Tex con Gunny o l'entrata di Carson nel trading post pieno di brutti ceffi. Tutto sommato una storia ottima anche se anche io nell'ultimo albo ho visto un accelerata degli eventi rispetto ai primi tre e poi 

Spoiler

Tex riesce con troppa facilità a rientrare nel carcere dell'Infierno, tramortire le guardie e riuscire a liberare Hutch, Duarte e gli altri detenuti senza che nessuno se ne accorgesse ed organizzare la rivolta. Solo il direttore del carcere Santacruz riesce a dare filo da torcere al nostro eroe e se non fosse stato per l'intervento di Duarte se la sarebbe vista brutta. 

Comunque spero di rivedere i due autori in un altra prova su Tex.

Link to comment
Share on other sites

Ottima storia e ottimi disegni. Nell'ultimo albo non ci viene mostrato come Tex, senza mai farsi scoprire,  riesca ad entrare nel carcere e a sbarazzarsi di tutte le guardie, ma io lo avrei voluto vedere, perché per mè non era un compito facile fare una cosa credibile. Per il resto Giusfredi ha sceneggiato una bella storia senza sbavature e appunto credibile, come piace a mè.👍🙋‍♂️

Speriamo di aver trovato un nuovo grande sceneggiatore per Tex.🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

Il 22/2/2022 at 20:29, Piombo Caldo dice:

 Nell'ultimo albo non ci viene mostrato come Tex, senza mai farsi scoprire,  riesca ad entrare nel carcere e a sbarazzarsi di tutte le guardie, ma io lo avrei voluto vedere

 

Veramente lo fa vedere... no?

Link to comment
Share on other sites

 

Diciamo che non fa vedere come si avvicina alla prigione, e come si sbarazza di tutte le guardie, e di come riesce a recuperare le chiavi. Non penso ci fosse stata una sola guardia a presidiare la fortezza prigione.🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">49 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

 

Diciamo che non fa vedere come si avvicina alla prigione, e come si sbarazza di tutte le guardie, e di come riesce a recuperare le chiavi. Non penso ci fosse stata una sola guardia a presidiare la fortezza prigione.🙋‍♂️

Esigenze di spazio di sceneggiatura, ovviamente... poche vignette bastano

Link to comment
Share on other sites

Non fa una.piega ad entrare.  Eh',   diciamo che Tex è più in gamba da ventenne che da quarantacinquenne, a vedere le storie che escono.😀🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Letta, finalmente, e di seguito, ma molto velocemente, sono andato a ripescare i 3 albi degli invincibili.

 

Questa storia non mi è dispiaciuta (va detto comunque che NESSUNA storia della serie mi è dispiaciuta. E questa però non va certo tra le migliori). Ha molte pecche. I 3 cattivi mi sembrano quasi impalpabili e poco credibili. L'unico che si salva è il direttore, ma anche lui con molte forzature. I sostanza sono figure usa e getta ((anche velocemente). Non ho capito se Tex compare dalle part di Hutch per caso e, se non è per caso, come ha fatto a sapere che era nei guai. BANALE, BANALE, BANALE la 

Spoiler

morte del vecchio per salvare Tex. Sarebbe stato molto più originale se, diversamente da tutti i fumetti, film, telefilm, libri, etc scritti al mondo fin'ora, se la fosse cavata.

Hutch... Nell'analisi bisogna tenere a mente che l'Hutch "vecchio" è arrivato 25 anni prima di quello "giovane", quindi quello di partenza è l'Hutch di Boselli. Che, nonostante sia amico d'infanzia e nonostante (però solo nel 2022) gli abbia salvato la vita, nel 1997 nutre sentimenti di rancore.  "Li ha divisi una donna" dice non mi ricordo chi nel 1997, ma nel 2022 non li vediamo divisi affatto da una donna... 

Mi piace invece l'Hutch delle ultime pagine del 1997. 

Link to comment
Share on other sites

Oh, bella, li ha divisi Dolores negli Invincibili, no?  ma questo accade DOPO  e il rancore è DOPO, quando sono 40enni.

Link to comment
Share on other sites

Arkansas Barella? Non scherziamo. Ci sono almeno 50 centimetri di differenza. :lol:

 

La cover. Alla fine della giostra (e della lettura) mi pare giusto che una delle 4 sia dedicata a Carson, ma non di poteva certo spoilerare il finale mettendo lui che

Spoiler

ammazza il cangrejo

Meglio quindi fargli abbattere un generico avversario. 

<span style="color:red">2 minuti fa</span>, borden dice:

Oh, bella, li ha divisi Dolores negli Invincibili, no?  ma questo accade DOPO  e il rancore è DOPO, quando sono 40enni.

Grazie. Mi ero fissato sulla Arenas... E avevo perso di vista Dolores (ho riletto velocemente). Ma sinceramente mi pareva piuttosto che Hutch ce l'avesse con Tex perchè ha fermato lui e gli altri nel flash back '97. 

 

Per "quando sono quarantenni" intendi la storia in tempo reale del '97 mentre il flash-back '97 credo si svolta attorno al 1868-70, quindi sono trentenni...

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Angelo1961 dice:

ammazza il cangrejo

In realtà nella copertina Carson abbatte un avversario generico visto che tiene tutte le dita delle mani

Link to comment
Share on other sites

Leggendo il quarto albo, ho avuto anch'io la sensazione che i tempi non siano stati dosati nel modo giusto, con una conclusione estremamente rapida e poco credibile, con il Tex rambo che un pò sminuisce la statura del personaggio, togliendogli verosimiglianza e spessore e facendolo regredire a un personaggio di carta. 

Nel complesso, prendendo a riferimento i 4 albi, la storia è però una gran bella storia. 

 

S P O I L E R

 

ho trovato anch'io banale la morte di Duarte, che avrei evitato, mentre mi sono piaciute entrambe le figure femminili, la figlia dolorosa Alma e la donna del Cangrejo, che ripaga Carson con una tenera notte d'amore sotto il cielo della Luna Comanche. 

 

La serie Kitcarson, che di fatto stiamo leggendo in queste storie parallelamente alla serie Texwiller, si conferm un'idea azzeccata. Bene così. 

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Storia letta tutta d'un fiato ieri.

Senza parole, vi sono rimasto incollato finché non l'ho finita. 

Disegni S P E T T A C O L A R I. Si respira puro western, dalla scena di apertura con Tex che aspetta sotto al porticato, mentre due bambini giocano sotto il sole cocente, la quiete prima della tempesta, fino alle bellissime scene con i cavalli e alla fuga dal carcere. 

Romantico l'anziano rinchiuso da tempo immemore che lascerà il carcere alla fine, a modo suo, ma con la gioia di essersi ribellato nel cuore.

Convincenti i nemici, il cangreio è forse il nemico più bello visto di recente su Tex, finalmente un pistolero in grado di essere alla pari con i nostri, un avversario all'ultima pallottola, che ha solo un difetto, quello di incrociare i passi di Kit Carson per finire inesorabilmente a mangiar polvere- sotto il sole cocente - è la fine della tempesta. Non meno valido SantaCruz, uno che la fa sudare a Tex nel corpo a corpo e che sicuramente è un boccone duro da masticare per l'esperienza che deve avere. Uno di quei duelli che sicuramente daranno a Tex tanto in termini di esperienza.

 

Tex e Hutch si trovano alle prese con nemici altrettanto pericolosi, seguendo una trama non particolarmente complessa, ma fluida e ben gestita.

Bello vedere anche i rangers capeggiati da Carson. 

Non condivido l'idea che usare volti cinematografici sia sbagliato. Forse usare il volto di Barella su un personaggio già apparso, beh si poteva evitare di stravolgere la fisionomia, ma usare i volti di Charles Bronson etc., non vedo il problema.

Lo stesso Galep dichiarò di essersi ispirato a Gary Cooper per Tex, per cui chi siamo noi per dire ad un disegnatore di non usare le fattezze di Charles Bronson per caratterizzare un nemico?

L'importante è che non avvenga ad ogni storia, ma in modo salturario, per regalare un omaggio ai lettori appassionati di western e cinema, ma senza scadere nel citazionismo di chi non ha idee e fantasia.

 

Da brivido il finale con Kit Carson e la ragazza. Da amante del personaggio, leggere questa storia con questo Carson è stata pura gioia.

 

Non ci sono storie di Giusfredi sulla regolare? Era questo il suo esordio? Che dire... arrivo in ritardo nella lettura, ma per me la migliore storia dell'ultimo anno al pari delle Navi Perdute. Mi sono svegliato stamattina ripensando alla storia che ho letto ieri.

Tex ha trovato decisamente un nuovo sceneggiatore per dar man forte a Boselli e Ruju.

Mi auguro sia al lavoro su una storia della regolare o almeno di Tex Willer, che è per me la serie più importante dopo la regolare e al pari dei Texoni! 

I più scafati del forum sanno darmi delucidazioni?

Edited by LedZepp
estensione del commento
  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Giusfredi dovrebbe essere al lavoro su una storia per Tex Willer, sempre disegnata da Valdambrini.🙋‍♂️

Link to comment
Share on other sites

  • Sceriffi

Purtroppo ricordo che @borden diceva che non è un autore molto prolifico, però chissà, col tempo potrebbe cambiare.

Di sicuro si trova vicino a uno dei migliori per imparare in generale; e al migliore per imparare Tex, anche se su quest'ultimo punto Nizzi avrebbe qualcosa da obiettare. :D

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">8 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Giusfredi dovrebbe essere al lavoro su una storia per Tex Willer, sempre disegnata da Valdambrini.🙋‍♂️

 

Non: dovrebbe, é.:laugh:

Ci saranno Kit Carson e Arkansas Joe. Giusfredi non ha voluto, per ovvi motivi, dire in quale punto della cronologia sarà ambientata.

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.