Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
natural killer

[696/699] L'ombra del Maestro

Messaggi consigliati/raccomandati

Rileggendo la storia  tutta  insieme, ho notato una cosa. Qualcuno si era lamentato  del fatto che i cinesi, pur  tendendo una trappola  a Tex, volessero  ammazzarlo. In realtà, Low Yet dice che loro  avevano  il compito di catturare  vivo Tex. Allora, dirà  qualcuno, perché  gli hanno tirato  dardi avvelenati? Se ci fate caso, pero, quando scendono dalla scala antincendio, un cinese  dice all' altro: " Il vecchio è  tuo" ( riferito a Carson). Quindi hanno tentato di ammazzare  lui, ma da nessuna  parte  si vede che tentano  di far fuori anche  Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Tim Birra dice:

Finito adesso di leggerlo. La commenterò prossimamente. Dico solo che c'è una scena comica memorabile

Idem per me. E poi Boselli  dice  che in Tex non ci sta l' umorismo:P questa storia  è  piena di gags.

Anche io la commentero prossimamente, dico solo che  se questa  lunga storia non è  un capolavoro poco ci manca, ma mi ha lasciato  perplesso il finale.

Modificato da Grande Tex

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Appena terminato di leggerlo. Senza spoilerare tutta la storia avvincente e convincente,lamento solo il poco spazio dato a Pat nel contesto dei quattro albi. In quest'ultimo atto, strepitoso il "montaggio" e l'alternarsi dei due eventi decisivi e paralleli. Boselli si conferma degno erede del suo mentore,applausi scroscianti. Voto complessivo 9 sia ai testi che ai disegni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Quaterna memorabile,infarcita di continui colpi di scena (e di genio),di avventura e suspence. Sceneggiatura e disegni impeccabili,

SPOILER

rimarrà nella memoria l'"esecuzione" del maestro da parte della Nypd...Durissimi,ma Liddel se l'era cercata. Per lui (e Proteus) è calato giustamente il sipario.

Modificato da Sam Stone

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Havasu dice:

e Proteus) 

Calma: per Proteus non è  sicurissimo.

Per quel che mi riguarda non mi è  piaciuto che

Spoiler

Il Maestro  non sia stato  ucciso  da Tex. Un nemico così  doveva morire  per mano di Tex.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Grande Tex dice:

Calma: per Proteus non è  sicurissimo.

Infatti, s'è travestito da binario e si è salvato.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Terminata la lettura... mi riservo di leggere i quattro albi consecutivamente, ma non ho l'impressione di trovarmi di fronte ad un capolavoro della saga di Tex. Una buona storia. Salvo cambiamenti di opinione dopo una o due riletture :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Terminata la lettura che mi ha completamente soddisfatto.

L'intreccio narrativo riesce a tenere alta la tensione su diversi fronti, che procedono distinti fino alla conclusione, che vede calare il sipario su una delle più avvincenti storie degli ultimi anni.

L'attesa di tre mesi per arrivare alla parola fine ha fatto si che questa storia sia rimasta impressa nella memoria e gli sviluppi, sui quali per il momento sorvolo, ne fanno una di quelle sicuramente memorabili.

Pat protagonista nel primo albo e poi tenuto nascosto da Boselli nei due numeri intermedi torna ad essere protagonista nell'albo finale e lo fa nella maniera che gli è più congeniale, menando le mani e non soltanto sul ring...

Inoltre questa storia ci regala un Carson "cittadino" che ci strappa più di un sorriso, ma dimostra di non essersi affatto rilassato troppo quando le circostanze ne richiedono un rapido intervento.

Tex signori è Tex, sicuro e determinato oltre che assistito, come al solito, da madama fortuna, ma come dicevo Tex è Tex!

Su tutti gli altri personaggi rimando il commento.

Ottimo il lavoro ai testi di Boselli e grande prova grafica di Maurizio Dotti che mostra di trovarsi a suo agio anche nelle atmosfere urbane lontane dal selvaggio Far West. 

Solo il tempo dirà se verrà annoverato tra i capolavori, per il momento posso sicuramente affermare che per me è una bella storia di Tex.

  • Mi piace (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Albo arrivato anche a Torino...

 

Nei giorni scorsi ho riletto per intero i tre precedenti albi.

La storia è davvero ottima,ha uno sviluppo avvincente e MAI banale.

Spoiler

La morte del Maestro è arrivata,ed era prevedibile.giusto che sia avvenuta per mano degli sbirri e non per mano di Tex...Castle viene preso da Pat che si ritaglia un suo ruolo acciuffando il biondino assestandogli un bel gancio... come aveva fatto con Danny Moran negli Invincibili.quasi una legge del contrappasso che una così astuta canaglia sia stata catturata da un simpatico ragazzone ingenuo come Pat

Spoiler

Speravo che Castle sarebbe scappato nel finale,ma va bene comunque così:dalle prigioni si può evadere.Rimane comunque un dubbio non fugato dalle ultime pagine:Muggs che fine ha fatto?? sarà effettivamente stato catturato?

Sicuramente Mauro ha già in mente un seguito e una rocambolesca evasione del Biondo che,tra l' altro, è rimasto leggermente sfigurato dal morbo... Non potrà però fingere pazzia, perché è "bruciato". D'altra parte,a Castle rimangono ancora parecchie freccie: innanzitutto, è ipotizzabile che gran parte del denaro del Supremo sia rimasto sepolto in un luogo sicuro:questo gli darà mododi ricominciare in un prossimo futuro le sue attività...e poi la sua mente è rimasta lucida e in più voglioso di vendetta.Tra l'altro,a pagina 59,in una vignetta Castle appare dietro le sbarre della cantina....un simpatico modo di stuzzicare la fantasia del lettore più attento,che giustamente si chiede  se nel finale finirà al fresco oppure no?:lol:

 Byrnes, partito in modo ambiguo con il secondo albo, sembra assumere nel finale un ruolo "quasi" amichevole con Tex, offrendo un banchetto a Tex,Carson Buntline e co. che mi ha ricordato l allegra brigata del finale della "Congiura":P 

Diventerà il nuovo Devlin Newyorkese?!mah,i metodi poco ortodossi di Byrnes a Tex non fanno impazzire,si vedrà...

 

Capitolo dialoghi: brillanti, con più ironia,(ed era ora)ma non parliamo di comicità please:ok:

Gag continue di un Carson stratosferico, simpatico... che ricorda molto il Nizzi pre crisi.

 

Vi sarà tempo per analizzare compiutamente e analiticamente la "quadriglia".

Posso dire fin da subito che si sarebbe potuto utilizzare meglio Annie Oakley.

Il Maestro in questo capitolo appare un po' appannato e potenzialmente meno pericoloso,e il rapporto con Castle è più difficoltoso rispetto a quello che aveva con Daniel,dal momento che Castle stesso ha cervello e prende iniziative in autonomia.

Al di là di tutto,questa magnifica storia rimarrà una perla della serie e riscatta pienamente le storie poco accattivanti del 2018.

Complimenti Bos... Mille di queste storie per Tex

 

 

 

 

Un po' ingenuo solo far girare Castle e Muggs per la città travestiti da operai...

Modificato da Barbanera

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia non l'ho ancora letta perciò sono molto impaziente nel leggerla. Sono contento che il titolo e il logo Tex siano stati modificati rispetto la copertina digitale: stesso font e stessa scelta cromatica.

Modificato da JohnnyColt

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia con molti momenti memorabili, altri un po' meno. Qualcuno ha scritto in queste pagine che il volto di Tex a volte e' un po' legnoso: concordo, e' una riflessione che ho fatto anch'io (non sempre, ma diverse volte).

Certo, gli scienziati che c'erano una volta!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io speravo

Spoiler

Che Castle morisse, in modo  da non tornare  più. Non perché  non mi sia  simpatico, ma perché  non ce lo vedo come personaggio ricorrente. Ma il punto che mi ha dato  fastidio  è  un altro: la scena  in cui viene  sfigurato dall'acqua è  bellissima, ma quando si scopre che era quasi  tutta una finta le fa perdere l' intensità. Se fosse  morto lì  sarebbe stato  molto meglio. Inoltre , il fatto che sia rimasto sfigurato, seppur parzialmente, non vorrei  che lo rendesse un clone del maestro. 

Unici difetti  in una storia  che se non fosse per questo sarebbe  un capolavoro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Finalmente arrivato a Milano Minaccia su New York  ultimo capitolo del Maestro appena letto faccio considerazioni generali per NON spoilerare  chi non lo ha ancora letto.

Ottima storia con suspance e intercalare di cambio quadri durante la storia soprattutto nell'ultima parte. 

Buona anche la trovata di lasciare in secondo piano e creare l'attesa per l'appalesarsi nella storia di Pat Mac Ryan.

Simpaticissimo il vecchio cammello con battute degne dei tempi migliori.

Mi è veramente piaciuta tutta l'atmosfera non sembrava nemmeno di essere in una grande metropoli la sceneggiatura è prevalsa sull'ambiente.

Direi una delle migliori storie degli ultimi anni a parte Nueces Valley in primis super partes.

Saludos pards

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Finale invece da incorniciare, di gran lunga la cosa migliore di questa lunga e memorabile storia.

 

Che poi qualcuno non riesca a scindere il giudizio complessivo sull'opera dai suoi gusti personali alquanto soggettivi, è qualcosa che in un forum badate bene va tollerato ma non per forza ingoiato.

 

Immagino che in qualche altro forum si scaglieranno contro l'autore per via del fatto che proprio in questa conclusione ne Tex ne Carson risultino decisivi, ovvero risolutori ovvero finalizzatori, ma che parte del lavoro possa essere invece molto texianamente lasciata anche a dei personaggi secondari (secondari, ma quanto ? ) che altrimenti in questa storia non ci starebbero a fare un fico secco, anche questa sarebbe una critica per citare l'emerito prof Scoglio espressa rigorosamente  a.c.c.

 

Lodevole lavoro, va riletta tutta in una sola volta fra qualche mese per stabilire se è un capolavoro o no, resta il fatto che al momento non sfigura minimamente con le altre storie che hanno preceduto il numero del centinaio: "Fuga da anderville" la migliore di Nizzi; "L'ultima invasione" una delle migliori di Boselli; "Un ranger per nemico" il lavoro migliore, finora, di Ruju.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi accodo al giudizio sempre lucido di Sandro.

Tutte le trame possono essere migliorate, anche in questa storia così notevole ci sono alcuni lievi limiti che però,a mio sindacabile giudizio, non inficiano minimamente il pregevole lavoro di Mauro.

Boselli sa ancora scrivere capolavori,che i suoi detrattori da altre parti se ne facciano una ragione :ok:

Questa storia è il migliore omaggio ai 70 anni di Tex...

Tra le pagine si avverte lo sforzo di Bos di accontentare i suoi lettori:tutti me compreso hanno chiesto in passato più ironia in Tex e nella storia ce n'è in abbondanza...Carson è una delizia :clapping:

 

Se le storie di Tex fossero tutte così...

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Preso e letto anch'io l'ultimo numero.

Concordo con i giudizi positivi che mi hanno preceduto.

E' una storia che va letta tutta d'un fiato per poterla apprezzare al meglio, perchè presi singolarmente i due albi centrali potrebbero spiazzare il lettore, essendo abbastanza pieni di dialoghi e con poca azione.

L'ultimo albo secondo me è il migliore dei quattro, con una conclusione che non poteva essere altrimenti


SPOILER

La fine del Maestro un pò me l'aspettavo e secondo me Boselli ha scelto il momento e la storia giusta per farlo uscire definitivamente di scena, mantenendo però aperta una finestrella con Castle con una sorta di passaggio di consegne.

Personalmente apprezzo questa risoluzione, piuttosto che usare all'infinito un cattivo di tale caratura, forse il migliore (o comunque tra i migliori cattivi creati da lui su Tex) e quindi snaturarne la figura, meglio eliminarlo in modo da mantenere intatto quanto ha lasciato tra le pagine delle sue apparizioni.

Chissà se Castle potrà diventare una sorta di Maestro, magari ha pure imparato a creare quei pericolisissimi bacilli a scuola del Maestro. :D

 

Buonissimo il ritorno di Pat, nei mesi scorsi un pò avevo paura di ritrovarlo relegato alle ultime pagine, invece qui ha potuto sfruttare le sue abilità al meglio.

 

Ottimi di disegni di Dotti, penso che sia il migliore acquisto degli ultimi anni nel parco dei disegnatori di Tex!!

 

Ed ora attendiamo il numero 700 , un traguardo storico per il nostro ranger!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ymalpas dice:

Finale invece da incorniciare, di gran lunga la cosa migliore di questa lunga e memorabile storia.

 

Che poi qualcuno non riesca a scindere il giudizio complessivo sull'opera dai suoi gusti personali alquanto soggettivi, è qualcosa che in un forum badate bene va tollerato ma non per forza ingoiato.

 

Attenzione: per quanto mi riguarda ka storia  la voterò  con un 10 ( i capolavori per me sono da 10 e lode) e trovo il finale  molto  bello  e coinvolgente, tranne  i due  piccoli appunti  che ho detto. E Boselli  è  il mio sceneggiatore  preferito insieme  a Nizzi. Comunque  ho letto i quattro albi tutti  insieme.

Modificato da Grande Tex

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ottima storia per la trama ma soprattutto per i disegni!

Dotti SUPER!

4 albi senza niente di superfluo, con molte scene parlate, ma che nulla tolgono all' azione e servono proprio a spiegare l' azione successiva.

I giusti siparietti ironici tra Tex e Carson e non abbiamo mai visto così tante volte a tavola i nostri!

Il Vecchio cammello in accappatoio, cappello e stivali che si spalma il burro sulla fetta di pane è impagabile!

E rischia anche un "matrimonio riparatore"!

 

Castle. Avrei voluto che a stenderlo con un cazzotto finale fosse stato Kit Willer, ma in sua assenza il pugno di Pat mi soddisfa in pieno!

             Quando l' ho visto colpito dal morbo ho pensato alla legge del contrappasso: lui così bello sfigurato!

              Però poi il Maestro che parla di antidoto mi ha fatto capire che lo rivedremo.

              Sarà ancora con la paresi facciale?

              Ma se ritorna il mio Kit avrà la possibilità di stenderlo!

              Non ha carisma, si nasconde dietro altri, ma è pura cattiveria! Gode nell' uccidere sorridendo. E sa controllarsi, vedere ultime pagine

              quando non spara a Tex e Carson che non lo hanno visto. Vedremo se da solo o con altri.

 

 

Maestro giusta fine.

 

Byrnes: potremmo rivederlo. Ormai ha imparato a fidarsi dei nostri e sicuramente una grande metropoli in crescita ha bisogno ogni tanto di 

              una "ripulita" alla Tex.

 

Pat: che strano mi è sembrato più "presente" in questa storia in cui appare poco che in altre in cui è sempre vicino ai pard.

        Non capivo perché fosse segregato, ma era lui che non doveva sapere della presenza di Tex e Kit in città, non loro di lui.

        E ha risolto il problema Castle e Mugg.

 

Tra varie gang, irlandesi, italiani, poliziotti, cinesi, buoni e cattivi credo che questa volta Boselli abbia superato il numero dei partecipanti, ma 

in fondo è la Grande Mela!

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia è sicuramente la migliore letta ultimamente (secondo me la migliore del nuovo millennio).

Ma Castle continua a non piacermi.

Spoiler

Il fatto che sia rimasto sfigurato, anche se leggermente, farebbe di lui, se dovessimo rivederlo, una brutta copia del Maestro.

Inoltre, poiché al siero è stato trovato l'antidoto, Castle sarebbe un Maestro con gli artigli spuntati.

Il fatto poi che Castle, e anche il complice erculeo, siano stati sconfitti da Pat, mi rende l'irlandese più simpatico di quanto già non fosse, ma di sicuro i due non ci fanno una bella figura.

Insomma, se il biondino ci avesse lasciato la pelle, magari accidentalmente, la storia da perfetta sarebbe diventata sublime.

Insomma Mauro, continua così.

I disegni sono molto belli, ma Dotti non è il mio preferito.

Non ho mai dato un voto, ma stavolta faccio un'eccezione: storia 10, disegni 7.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, è ovvio che Castle mi serve per una storia che ho già in mente e che può interpretare solo lui, perciò dei vostri desiderata omicidi me ne faccio un baffo! :lol:

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Macché omicidio!!!Castle non deve morire ancora, è il miglior cattivo degli ultimi 20 anni...

Leti,ma che ti ha fatto Biondino "faccia da schiaffi"?!:lol::P

Tra l' altro,chi non ha notato il "saluto"tra Tex e l'Onesto Abe nella galleria delle cere?!ci si rivede,gli dice Tex...per cui lo vedremo in "Tex Willer":rolleyes:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">19 minuti fa</span>, borden dice:

Beh, è ovvio che Castle mi serve per una storia che ho già in mente e che può interpretare solo lui, perciò dei vostri desiderata omicidi me ne faccio un baffo! :lol:

 

Stavolta almeno non è uscito indenne come dalla precedente avventura.

Regolarmente battuto alla pistola non solo da Tex ma anche da Carson, infinocchiato dai cinesi, sbattuto da Pat e antidoto o meno contagiato pure dal bacillo.

Illusoria fuga in extremis per finire al termine di questa storia in gattabuia. Il gigantesco socio ferito nel fisico dal piombo e nell'orgoglio dal nostro Pat.

Che torni pure, vederlo subire è stato uno spasso! Possiamo sopportare la sua faccia da schiaffi ancora in futuro...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il quarto albo della storia è pedissequamente giunto in edicola nella data attesa, l'ho letto tutto di un fiato e sostanzialmente non ha deluso le mie aspettative. Cercherò di dire la mia senza essere troppo rivelator, onde evitare di guastare la lettura a coloro che non avessero ancora avuto modo di effettuarla. Partirei dal finale, secondo molti deludente poiché Tex e Carson non avrebbero avuto l'onore di assestare il colpo decisivo alla vicenda, invece a parere mio i due pards hanno semplicemente fatto il 99% del lavoro, lasciando l'1% finale alla polizia i New York. Del resto, entrambi sono tipi abbastanza pragmatici da non essere troppo ansiosi di protagonismo, ed anzi hanno adeguato buonsenso per rendersi conto che l'importante è il risultato, che in questo caso era pressoché fondamentale.

 

Sono rimasto un po' perplesso, viceversa, dal ruolo meno che marginale riservato nella lunga avventura newyorchese al simpatico Pat (fondamentale eccezione, il cazzottone che assesta nel finale al sedicente Mick Crane), tanto che col senno di poi mi sento di affermare che, probabilmente, il suo mancato inserimento non avrebbe mutato di una virgola l'andamento della vicenda. Comprendo bene l'esigenza di dare spazio a tanti personaggi di una certa importanza nell'economia della narrazione, tuttavia confinare a una decina di pagine su 440 totali le apparizioni del mastino irlandese mi è sembrato quasi inutile, oltretutto considerando che l'amico mancava da circa 20 anni. Tanto valeva, forse, lasciarlo fuori da questa storia e tenerlo in caldo per un'altra in cui potesse avere più spazio.

 

Decisamente interessante, invece, la figura di Byrnes, che anche nell'albo conclusivo mi ha confermato le impressioni che avevo tratto nei precedenti, nello specifico riguardo il rapporto instauratosi tra lui ed i pards: l'ispettore capo è un individuo fondamentalmente onesto, seppur dai modi non sempre cavallereschi (il che, se si immagina come dovevano essere i bassifondi della Grande Mela tardottocentesca, può anche starci), decisamente attaccato alla poltrona ed abituato ad essere il solo gallo nel pollaio. Pur riconoscendone il valore, non è mai riuscito a fidarsi ciecamente dei due pards nei primi tre albi, sia per divergenze di opinione che per differenti approcci professionali, ed ha confermato tale atteggiamento di collaborazionismo quasi forzato anche nel quato albo. In altre parole, ritengo che sotto sotto un po' gli bruci essere stato messo quasi in secondo piano da Tex e Carson, per quanto nel finale non ha avuto problemi a riconoscerne i meriti e le capacità. Chissà, dunque, che non possa tornare buono anche lui per una ipotetica riproposizione in futuro...

 

Riproposizione che, a quanto leggo sopra, prima o poi ci sarà certamente per Nick Castle (ed al riguardo non ho mai avuto troppi dubbi): che rimanga o meno sfigurato, se l'è comunque cavata con l'arresto ed immagino una successiva condanna al carcere, e da un carcere lui sa bene come si possa sempre evadere... Stesso discorso per la sua degna spalla Muggs.

 

Modificato da juanraza85

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Contenuto simile

    • Da natural killer
      Tra passato e presente, la sorte del sacro tesoro dei pellerossa…
       
       
      TEX
      N° : 700
      Periodicità: mensile
      L'ORO DEI PAWNEE
      uscita: 07/02/2019
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Fabio Civitelli
      Copertina: Claudio Villa

       
       
       

       

       

       

    • Da natural killer
      Un vecchio rivale dei tempi del rodeo… Un nemico dimenticato…
      TEX
      N° : 695
      Periodicità: mensile
      L'ULTIMA VENDETTA
      uscita: 07/09/2018
      Soggetto: Mauro Boselli
      Sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Giovanni Ticci
      Copertina: Claudio Villa
      Colori: Oscar Celestini

      Kit salva un ragazzo Pima aggredito nella riserva Navajo… E Tex rievoca i tempi in cui, concorrendo nel rodeo di Laredo, cercava di strappare la palma di campione al famoso Moss Keegan… La rivalità tra loro sfocia in aperto scontro. Braccato dalla legge per colpa del bieco sceriffo Mallory, Tex ritrova Keegan sulla sua strada. Come amico o come nemico? E riuscirà Tex a compiere l’ultima vendetta su Mallory, complice degli assassini del fratello Sam? Un albo a colori del grande Ticci per festeggiare degnamente il settantennale di Tex!
       
       
       
       

       
       
       

       
       

       
       

       
    • Da natural killer
      Dal 1948 la grande avventura di Tex continua ad appassionare generazioni di lettori. Celebriamo i 70 anni di Aquila della Notte con un Magazine ricco di articoli, approfondimenti e due grandi ritorni raccontati in altrettante storie inedite!
      TEX MAGAZINE
      N° : 4
      Periodicità: annuale
      TEX MAGAZINE 70 ANNI
      uscita: 22/09/2018
      Copertina: Claudio Villa

      Il quarto Tex Magazine, 176 pagine di dossier, approfondimenti e due storie di Tex complete e inedite.
       
      Il segreto di Lilyth
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Fabio Civitelli
      Nella missione di Nostra Signora della Carità, Lilyth aveva nascosto un segreto. Dopo il matrimonio con Tex, la bella e giovane navajo ha un compagno che può aiutarla a tener fede alla solenne promessa fatta da ragazza. Un’avventura al fulmicotone per l’indimenticato amore di Tex al fianco del suo uomo.
       

       

      Dinamite
      Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
      Disegni: Maurizio Dotti
      L’indomabile stallone compagno fedele di Tex nel periodo in cui era ingiustamente ricercato dalla legge, ora galoppa senza briglie in testa al suo branco nelle sconfinate praterie dell’Ovest. Ma la libertà dei cavalli selvaggi è minata da alcuni spietati cowboys. Chi sono e perchè si sono spinti nelle lontane terre dei navajos? Per scoprirlo, Tex dovrà salire di nuovo in sella al suo amico Dinamite!
       

       

    • Da natural killer
      uscita: 23/02/2018
      GIUSTIZIA A CORPUS CHRISTI
      Quattro uomini soli contro tutti per la resa dei conti a Corpus Christi!
       
       


       

       

       
      http://www.sergiobonelli.it/tex/2017/12/21/albo/giustizia-a-corpus-christi-1002297/
  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.