Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[171/175] Il Laccio Nero

Voto alla storia  

29 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Propongo una petizione per il ritorno di Ah Toy. Li fanno ritornare tutti, perchè lei no? Concordo sulla "storia memorabile", dopo di quella i cinesi non

sono stati più gli stessi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono quelle storie, dove non occorre usare tanti giri di parole per sostenere che ci si trovi al cospetto di vere e proprie gemme compositive: "Il laccio nero" rientra, senza tema di smentite, in questa categoria. Un capitolo della saga che rasenta la perfezione e che una volta letto, rimane custodito nell'imbottito bagaglio della memoria di ogni lettore. G.L. Bonelli sfodera una sceneggiatura-fiume avvincente e dal ritmo serrato. La thong cinese, retta dalla feroce quanto affascinante Ah Toy, stende i suoi silenziosi tentacoli su parecchie attività produttive della città di Frisco e non disdegna di praticare la tratta di giovani schiave, prelevate da povere famiglie nella terra d'origine. Già il soggetto si mostra alquanto interessante, ma ciò che rende esplosiva la storia è proprio la caratterizzazione degli avversari, che mostrano una notevole pericolosità. "Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare" recita un vecchio detto e  Tex e la sua affiatata squadra di pards, si prodigano a confermarne la tesi. Non mi soffermerò a elencare tutte le memorabili scene che portano i nostri a sgominare la piovra cinese e distruggerne le attività di copertura, ma non posso esimermi dal menzionare il perfetto gioco di squadra e l'estrema decisione, mostrate durante le intricate indagini. Un Tex duro e impavido che varca a proprio piacimento i labili confini della legalità per ottenere giustizia e che non perde lucidità, nemmeno dopo il colpo di coda della criminosa associazione, che rapisce Carson e lo segrega tra le fogne della città. Una guerra senza esclusione di colpi, vissuta fino all'ultimo respiro; un ritmo narrativo sempre eccellente che non risente minimamente della lunghezza dell'episodio. Adattissimi poi, i disegni di Letteri, sempre a proprio agio nella rappresentazione degli orientali; suppongo che nessun altro disegnatore avrebbe valorizzato meglio l'avvincente sceneggiatura. Le sue dinamiche vignette, frutto di una notevole ispirazione artistica, fungono da ulteriore nodo di forza nell'ottimo episodio. Il mio voto finale è 10 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.