Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

[Cartonato 75 anni di Tex] Ombre di morte


ymalpas
 Share

Recommended Posts

2 ore fa, borden dice:

In questo forum ci sono dei testoni talmente testoni che in confronto i NoCovid hanno una mentalità dialettica. 

Seguo il consiglio di molti colleghi e amici e mi prendo una vacanza da questo ambiente tossico, perché non ritengo che certe rigidità  siano rappresentative dei lettori texiani e tempo da perdere non ne ho.

Ovviamente se questa è la tua decisione Mauro, non la contesto e la rispetto (anche sa a malincuore), ma ti prego di ripensarci appena sbollita la rabbia. 

La tua presenza sul forum è sempre stata preziosa, poichè per ogni lettore è davvero un onore poter interagire e confrontarsi (che siano complimenti o critiche costruttive) con l'autore principe della saga che ama; oltretutto ha sempre denotato la tua immensa passione per questa testata e il rispetto da te portato ai tuoi fans.

 

Di certo non possiamo costringerti a tornare suoi tuoi passi, ma la tua defezione renderebbe molto più povero e di scarso interesse il forum. 

 

Come giustamente asserisci, se alcuni utenti hanno una visione rigida (leggittima per il principio della libertà di pensiero ma non sempre condivisibile) non significa che tutto il forum la pensi alla stessa maniera e un tuo eventuale abbandono andrebbe a colpire proprio coloro che non c'entrano nulla con la causa della tua reazione. Sarebbe davvero un grande peccato e un brutto colpo per questa bella comunity. 

 

Perdona la mia intrusione, ma ci tenevo a esprimere questo mio pensiero. 

Edited by Condor senza meta
Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, Diablero dice:

Un video di CINQUE ANNI FA (quando Tarquinio ne aveva "solo" 93 in cui parla della sua esperienza...  "con Tex" e si vedono LE TAVOLE ORIGINALI DI QUESTA STORIA!

 

LE AVEVA TARQUINIO!  Altro che "ritrovamento nei cassetti della Bonelli"...  :lol:

 

Le ha conservate per tutti questi anni Tarquinio insieme alla sceneggiatura! Un altro motivo per dire "grazie" a questo GRANDISSIMO disegnatore! (altro che "datato"...  la PRIMISSIMA tavola originale che comprai in vita mia fu proprio una di Tarquinio, dalla "Collana Rodeo"...)

 

@DiableroMi dispiace fortissimo deluderti, ma quelle che si vedono nel video NON sono le tavole della storia pubblicata.

Può essere che si tratti di un albo di Storia del West con in mezzo il ku klux klan o lo schiavismo in generale? Sono un po' indietro con la lettura dell'edizione a colori.

 

E comunque, visto che l'avete voluto voi...

Spoiler

Questa storia è il sequel di "Pueblo Bonito". Compare Walcott, che nella storia di Nizzi e Civitelli è stato sbranato dalle pantere nere. Viene detto a chiare lettere che Zhenda è morta.

 

Edited by Laramie
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 minuto fa</span>, Laramie dice:

 

@DiableroMi dispiace fortissimo deluderti, ma quelle che si vedono nel video NON sono le tavole della storia pubblicata.

 

E comunque, visto che l'avete voluto voi...

  Nascondi il contenuto

Questa storia è il sequel di "Pueblo Bonito". Compare Walcott, che nella storia di Nizzi e Civitelli è stato sbranato dalle pantere nere. Viene detto a chiare lettere che Zhenda è morta.

 

Sul serio è così importante? Non è successo di molto peggio in questi anni?

  • Sad (0) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">37 minuti fa</span>, Diablero dice:

 

Però guardate cosa ho trovato! Un video di CINQUE ANNI FA (quando Tarquinio ne aveva "solo" 93 in cui parla della sua esperienza...  "con Tex" e si vedono LE TAVOLE ORIGINALI DI QUESTA STORIA!

 

LE AVEVA TARQUINIO!  Altro che "ritrovamento nei cassetti della Bonelli"...  :lol:

 

 

 

Sei sicuro, Diablero? Ho guardato attentamente il video e con il fermo immagine, mi sembra che tutte le tavole mostrate siano della SdW (si vedono Pat e Abele). Di Tex vengono mostrati solo alcuni schizzi, probabilmente eseguiti in anni più recenti, a giudicare dal tratto tremolante.

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">39 minuti fa</span>, Diablero dice:

Concordo sulla sceneggiatura di Boselli allegata, come qui è stato fatto con quella di Bonelli. Sarebbe un ottima maniera per caratterizzare questa mini-collana e vedere come sceneggia Boselli dopo aver visto quella di GL Bonelli.

 

Però vogliamo la sceneggiatura originale senza censure: Borden, non censurare le parolacce! :P

 

Su Lucca... io spererei che il volume esca MOLTO prima, è lunga attendere un anno, e così si rischia di spegnere l'hype su questo ritrovamento.

 

 

Sì, ho letto cosa ha dichiarato al riguardo: in pratica non ricorda nulla (tieni presente che ha 98 anni, non ha più fatto niente per la Bonelli da quasi 40 anni, per lui il fumetto è una pagina chiusa, e avrà disegnato migliaia di tavole per decine di testate nella sua carriera. Quelle tre strisce le avrà fatte in pochi mesi nell'ambito di un lavoro di ruotine contunuo durato decenni)

 

Però guardate cosa ho trovato! Un video di CINQUE ANNI FA (quando Tarquinio ne aveva "solo" 93 in cui parla della sua esperienza...  "con Tex" e si vedono LE TAVOLE ORIGINALI DI QUESTA STORIA!

 

LE AVEVA TARQUINIO!  Altro che "ritrovamento nei cassetti della Bonelli"...  :lol:

 

Le ha conservate per tutti questi anni Tarquinio insieme alla sceneggiatura! Un altro motivo per dire "grazie" a questo GRANDISSIMO disegnatore! (altro che "datato"...  la PRIMISSIMA tavola originale che comprai in vita mia fu proprio una di Tarquinio, dalla "Collana Rodeo"...)

Grande Tarquinio, grazie!

(E un grazie a Diablero.per la notizia).Per festeggiare mi ordinò la versione di Allagalla della serie Tra due Bandiere!

Link to comment
Share on other sites

  • Rangers

Lo scrivo contro l'interesse del forum: ma Mauro fa bene a prendersi una vacanza.

A leggere certi commenti che distruggono ogni lavoro e ogni sforzo della redazione per portare ancora Tex in edicola, c'è da farsi venire il vomito e chiedersi che razza di appassionati lettori ci siano in questo luogo.

Veramente c'è da farsi venire una crisi di nervi a star dietro a certe sparate!

  • Thanks (+1) 1
  • +1 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">40 minuti fa</span>, Sam Stone dice:

Veramente c'è da farsi venire una crisi di nervi a star dietro a certe sparate!

 

Concordo. Pur riconoscendo a utenti come Dix l'assoluta buona fede, non si può al contempo non rimproverare un'ostinazione del tutto fuori luogo. 

 

Siamo al cospetto di un evento straordinario: una nuova storia di Gian Luigi Bonelli, a distanza di 40 dall'ultima volta in cui abbiamo potuto leggere un suo inedito. Il disegnatore è un colosso del calibro di Tarquinio, che mai avevamo potuto vedere su Tex. 

La storia non è pubblicabile sulla serie regolare per un errore di continuity, e a parte tutto l'evento merita di essere celebrato con un albo speciale, con quella che può essere una stupenda strenna natalizia per tanti appassionati.

 

Invece di gioire, qui cosa si fa? Ci si erge a paladini (ripeto, in buona fede, ma questo non cancella le pagine e pagine di polemica NOIOSA e SURREALE che abbiamo dovuto sorbirci nel frattempo) dei nonnetti che, poverini, non leggerebbero la storia, non pensando invece che i veri appassionati già hanno l'acquolina in bocca proprio per la specialità di questo albo, ed anche per il suo formato di pregio. E se i nonnini non sono in grado di distinguere un tutto tex da un inedito, ebbene questa disattenzione non basta a giustificare pretese ASSURDE su dove questa storia debba essere pubblicata.

 

E ci credo che Boselli sbatte la porta: quando è troppo è troppo. Le vostre paladinate dovreste riservarle a cause migliori e ben più importanti.

 

Poi, non credo che la colpa sia solo di Dix. Se Boselli ne ha parlato con "molti" amici e colleghi non lo avrà fatto solo negli ultimi giorni. E il fatto che il Bos definisca con questi amici il nostro un ambiente tossico non è imputabile al solo Dix (che ci ha messo del suo, sono sfinito io, figuriamoci Boselli); non è facile confrontarsi con una manica di appassionati patologici quali siamo, e la recente bocciatura dei tanti ritorni che inevitabilmente sfocia nella critica, anche aspra, al lavoro dell'autore e poi a quello del curatore non può generare benessere in quest' ultimo. C'è da dire però che qui siamo sempre in buona fede, e se è vero che con La Cavalcata del Destino probabilmente abbiamo saturato il Bos di negatività, non si devono dimenticare i toni da fans club in sollucchero manifestati in altre circostanze, ad esempio per il Texone di quest'anno o per TexWiller. Quindi, tossici sì, a volte, ma altre volte spero e credo anche balsamici ;)

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Laramie said:

@DiableroMi dispiace fortissimo deluderti, ma quelle che si vedono nel video NON sono le tavole della storia pubblicata.

Può essere che si tratti di un albo di Storia del West con in mezzo il ku klux klan o lo schiavismo in generale? Sono un po' indietro con la lettura dell'edizione a colori.

Vero. Ho guardato con più attenzione, anche fermando l'immagine, e le ho riconosciute come tavole della Storia del West

 

(che comunque LUI CONSERVA! Se le ha ancora si potrebbero fare nuove edizioni anche di quelle con scansioni più dettagliate di quelle solite Bonelli! Dateci queste cose se volete spillarci quattrini, non insulse ristampe colorate!!!)

 

Però ci sono bozzetti, prove, che ho visto nel materiale promozionale di questo volume, e in questo video si ricordava all'epoca di aver fatto Tex.

 

Mi meraviglia un po' che le tavole fossero ancora alla Bonelli, a quanto ne so hanno restituito tutte le tavole ai disegnatori da anni. Forse si erano perse nel nulla già negli anni 60... e le tavole di sceneggiatura a quanto ne so le buttavano (Aaargh! Vandali!!!)

Link to comment
Share on other sites

Dix Leroy in questa discussione l'ho trovato insopportabilmente "di coccio" ed esasperante pure io. Ha ripetuto per un sacco di volte (ma davvero UN SACCO!) tesi già stroncate e smentite, assurdità ridicole, e il colmo l'ha raggiunto quando si è messo a parlare a nome "dei texiani" chiedendo che le tavole venissero ridisegnate, e attaccando insieme ad altro proprio l'idea di fare questo volume... il volume che attendo da più ansia da ANNI!   :mazza:

 

Per questo, una cosa che lo stupisce, non mi ha invece stupito per niente...

 

8 hours ago, Dix Leroy said:

Ho detto qualcosa sulla vituperata "Cavalcata del destino"? Neanche una riga, perché non l'ho ancora letta e perché in fondo mi è dispiaciuto che abbiate affondato storia e scrittore per pagine e pagine. Eppure gli attacchi al suo lavoro (che credeva ottimo) gli sono dispiaciuti molto meno che le critiche che ho fatto all'operazione cartonato, in cui il suo apporto è minimo (le dieci pagine che ha incluso nel volume non avendole lette non le ho neanche menzionate).

 

Boselli l'ha detto che non considera "la cavalcata del destino" una delle sue storie migliori. È d'accordo con le mie critiche? Direi di no! (:laugh:), e si può essere stufato di sentirle (per me se le meritava tutte, e anche più pagine...  :angry:), ma comunque erano CRITICHE ALLA STORIA. Le condivide, non le condivide, fa parte comunque del "mestiere": se pianti tutto in asso per critiche negative, oltretutto per una storia che riconosci tu stesso non essere fra le tue migliori, difficile che puoi fare il "creativo", esplodi alla tua prima storia.... e comunque, per me, in una storia così "delicata" le critiche le aveva già messe in conto (anche se per me pensava - assurdamente - che non sarebbero state così ampie e condivise)

 

L'opposizione preconcetta e rabbiosa al cartonato, cioè al dare ai lettori un vero "tesoro" nascosto e scoperto, già di per sè è sconfortante. Al suo posto se fossero stati più di quattro gatti, ti viene voglia di dire "allora non meritate niente, beccatevi Nizzi e Faraci, chissenefrega" (e vedendo certe ultime scelte, temo che il bos stia andando su quella strada...  :rolleyes:).

 

È un fenomeno strano, che anch'io non riesco ancora ad accettare: critico gli editori quando fanno porcate, poi vedi che una cosa la fanno benissimo, fanno le scelte migliori per il lettori, ti danno QUALITA finalmente... e vedi che la reazione è del tipo "a noi la qualità c'ha rotto er c####, vogliamo m###a" (OK, il paragone è esagerato per far vedere come mi sembra assurda la cosa, ovvio che quello che stanno producendo in generale alla Bonelli, tranne alcuni casi estemporanei non può essere in generale chiamato "m###a"... ma quando sento gente che si OFFENDE perchè gli danno un volume ben fatto e vorrebbe invece una roba stampata male, incompleta, ridisegnata, macellata, davvero ti viene da pensare che sei tu che non hai capito nulla e che davvero il Tex che desiderano non sia altro che un eterna tavolata con bistecche e patatine a ripetere sempre le stesse quattro cazzate...)

 

E soprattutto...  quando vedi che il forum fallisce nella sua funzione, che non c'è il minimo ascolto.

 

Nel thread della "cavalcata" Borden ha risposto pochissimo, e non ha contestato le critiche ad una ad una (anche se comunque già lì si è lamentato della presunta ripetitività - che per me non c'era - e della pignoleria, che è inevitabile nel momento in cui i negazionisti fanno negazionismo di ogni virgola, ti tocca citare le virgole in abbondanza.)

 

Qui no. Qui anche se non poteva "svelare i segreti" che la casa editrice (assurdamente) aveva imposto, aveva risposto più volte alle critiche. Senza il minimo effetto. Ed è una cosa che conosco bene, quando posti, posti, posti dettagliando ogni cosa e ti rendi conto che il tuo interlocutore va avanti a macchinetta, manco ti ha letto, tutta la tua fatica nello spiegare è stata inutile.

 

Ecco, è quello che ti fa dire "ma chi me lo fa fare" e ti fa venir voglia di mollare i forum. Quando ti rendi conto che tutti i tuoi sforzi sono inutili e chi sta inveendo sta andando avanti a macchinetta come un disco rotto senza nemmeno ascoltarti.

 

(o forse sto proiettando troppo, e il motivo è un altro.. :laugh:.)

 

In ogni caso, spero che Borden sbollita la frustrazione si renda conto che a criticare il volume in realtà erano solo due gatti (anche se postavano un casino e non si fermavano mai) e ritorni...

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Di ritorno da Lucca posso dirvi che ancora non è stata presa una decisione definitiva sul come pubblicare il cosiddetto seguito ad opera di Boselli e Civitelli. L'idea che va per la maggiore è di farne un volume strutturato allo stesso modo ossia storia più sceneggiatura originale. Si sta studiando anche una possibile soluzione da edicola.

Ognuno di voi potrà, al momento opportuno, fare come gli pare, io ho già deciso che se davvero si farà un volume  con storia più sceneggiatura prenderò quello a prescindere dal fatto che ne esca o meno una versione da edicola senza sceneggiatura.

Di una cosa sono abbastanza sicuro: la storia di Boselli e Torricelli sarà strutturata in capitoli di 80 strisce come avrebbe dovuto essere l'originale

<span style="color:red">7 ore fa</span>, Diablero dice:

quando sento gente che si OFFENDE perchè gli danno un volume ben fatto e vorrebbe invece una roba stampata male, incompleta, ridisegnata, macellata, davvero ti viene da pensare che sei tu che non hai capito nulla e che davvero il Tex che desiderano non sia altro che un eterna tavolata con bistecche e patatine a ripetere sempre le stesse quattro cazzate...)

 

 

Applausi.:clapping:

 

<span style="color:red">7 ore fa</span>, Diablero dice:

n ogni caso, spero che Borden sbollita la frustrazione si renda conto che a criticare il volume in realtà erano solo due gatti (anche se postavano un casino e non si fermavano mai) e ritorni...

 

Idem

 

  • Thanks (+1) 1
  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">7 ore fa</span>, Diablero dice:

In ogni caso, spero che Borden sbollita la frustrazione si renda conto che a criticare il volume in realtà erano solo due gatti (anche se postavano un casino e non si fermavano mai) e ritorni...

 

 

 

 

Spero anch'io che Boselli torni presto sul forum.

 

Per quanto riguarda il cartonato invece passerò la mano in attesa magari di una edizione economica che contenga anche il seguito della storia.

 

In questo periodo dell'anno escono molte cose interessanti ed al momento darò la precedenza ad altro...

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">21 minuti fa</span>, Carlo Monni dice:

Si sta studiando anche una possibile soluzione da edicola.

Questo è quello che volevo sentire, grazie Avvocato, ora sono rincuorato.

Oggi sono stato in edicola per lo Zagor 700 e c'erano due che so che comprano Tex.

Ho chiesto se avevano notizie del libro inedito disegnato da Tarquinio.

Mi hanno risposto che alle 7 e mezza di mattina è presto per essere già ubriaco.

Non ne sanno niente.

Link to comment
Share on other sites

Non vado a spendere 30 euro se la storia è incompleta. E della sceneggiatura non me ne frega granchè... Leggo i fumetti per la storia, non per gli orpelli o per la confezione. Aspetterò l'eventuale uscita in edicola e intanto reinvesto la cifra sulle due uscite di Segni d'Autore che propone i primi due volumi di Zoululand e su Nuove avventure di Tarquinio, seguito di Fra due bandiere pubblicato Allagalla.

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, Dix Leroy dice:

Questo è quello che volevo sentire, grazie Avvocato, ora sono rincuorato.

 

Se mai dovesse uscire una versione da edicola conterrà sicuramente anche le 80 pagine di Tarquinio. Non avrebbe senso altrimenti . S si dovesse usare una delle serie già esistenti, presumo che sarà un Maxi Tex con un minimo apparato redazionale ed ovviamente senza sceneggiature.

Ora puoi piantarla con le tue lamentazioni assurde.

 

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">49 minuti fa</span>, Piombo Caldo dice:

Intanto mi sa che questo novembre è il primo mese nella sua lunga storia di Tex in cui escono 5 storie di Tex inedite. 

Questo è solo.in fumetteria?

 

Beh, 5 e anche più di storie inedite sin un solo mese sono uscite più volte. Ogniqualvolta c'era un color di brevi  :D

 

Credo che stavolta ne escano 10 (mensile, Tex Willer, Cartonato, due sul magazine e 5 sul color. . E forse sì che è la prima volta!

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Angelo1961 dice:

Non vado a spendere 30 euro se la storia è incompleta. E della sceneggiatura non me ne frega granchè... Leggo i fumetti per la storia, non per gli orpelli o per la confezione. Aspetterò l'eventuale uscita in edicola e intanto reinvesto la cifra sulle due uscite di Segni d'Autore che propone i primi due volumi di Zoululand e su Nuove avventure di Tarquinio, seguito di Fra due bandiere pubblicato Allagalla.

Se leggi i fumetti per la storia e non ti va di spendere 30 euro, ti posso dare un suggerimento?

E non me ne vogliano gli amministratori del sito.

Leggiti i miei romanzi su Tex.

Sono gratis e a qualcuno sono piaciuti.

Ci sono solo le storie, non ci sono neanche i disegni, solo le storie.

E, ti assicuro, nessun orpello.

  • Like (+1) 1
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Letizia dice:

Se leggi i fumetti per la storia e non ti va di spendere 30 euro, ti posso dare un suggerimento?

E non me ne vogliano gli amministratori del sito.

Leggiti i miei romanzi su Tex.

Sono gratis e a qualcuno sono piaciuti.

Ci sono solo le storie, non ci sono neanche i disegni, solo le storie.

E, ti assicuro, nessun orpello.

Nemmeno nel mio racconto breve IL TRIBUTO…

Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Piombo Caldo dice:

Il Magazine di storie ne ha due. ( O ne ha 7, una per ogni cattivo? Più una. ) 

 

La storia principale del Magazine ha 116 pagine ed è una storia unica suddivisa sostanzialmente  in capitoli

<span style="color:red">5 ore fa</span>, Angelo1961 dice:

Non vado a spendere 30 euro se la storia è incompleta. E della sceneggiatura non me ne frega granchè..

 

Io la considero un valore aggiunto anche se un giorno la storia completa uscisse in un albo da edicola, io avrei comunque comprato il volume in uscita.

Ah, sono 29 euro e non 30, uno così attento a quanto vuole spendere quanto lo sei tu dovrebbe essere più preciso. .:P

Link to comment
Share on other sites

E io che mi chiedevo perchè la Bonelli avesse mantenuto tanto segreto il contenuto del volume...

 

6 hours ago, Angelo1961 said:

Non vado a spendere 30 euro se la storia è incompleta. E della sceneggiatura non me ne frega granchè... Leggo i fumetti per la storia, non per gli orpelli o per la confezione.

 

Ecco perchè...  :rolleyes:

 

Mi devo rassegnare, si vede che conoscono il loro pubblico...  non a caso hanno fatto un nuovo album di figurine...

  • Thanks (+1) 2
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">1 ora fa</span>, Mister P dice:

Angelino è fatto così, prendere o lasciare.

Non c'è niente di male ad essere un appassionato lettore e non un collezionista o un completista.

  • +1 1
Link to comment
Share on other sites

Francamente mi sorprende questo gorgo di polemiche su Ombre di morte.

 

Viene rinvenuta una storia inedita di Gian Luigi Bonelli, incompleta ma provvista dei disegni di un grande artista come Tarquinio.

La storia non è evidentemente pubblicabile sulla serie regolare. Non solo è incompleta, problema a cui si potrebbe rimediare, come in effetti si rimedierà. Ma i disegni, a quanto scrive chi ha visto il volume, non sono in linea con gli standard del Tex di oggi (valutazione che, ovviamente, non attiene alla qualità del disegno, ma solo alle sue caratteristiche). Ancor più, la storia presenta degli elementi che la rendono eccentrica rispetto alla continuity (blanda, ma esistente) che si è venuta a formare in mezzo secolo di storia del ranger.

 

Che si fa? Si rimette tutto nel cassetto? Che spreco!

Si corregge e si completa Bonelli, affidando i disegni dell'intera avventura a un altro disegnatore? Scelta possibile, ma che cancella proprio quello che rende straordinario il ritrovamento.

 

Ecco allora che la Bonelli decide di pubblicare in volume speciale, fuori serie, sceneggiatura originale e tavole (cui viene aggiunto il lettering; scelta legittima, ma così come sarebbe stato legittimo - e forse anche filologicamente più corretto - pubblicare le tavole senza lettering).

Il volume si rivolge, evidentemente, non alla generalità dei lettori di Tex, ma a un nucleo di appassionati che non vedono l'ora di studiare - o semplicemente gustarsi - come il grande vecchio sceneggiava le storie del nostro eroe preferito.

 

Tale scelta penalizza gli "ordinari" lettori di Tex? Certo che no, visto che si trova regolarmente in edicola tanto la serie ordinaria, tanto Tex Willer, a cui si aggiungono - in questi mesi - il Cartonato di Civitelli, il Maxi, il Color e perfino un Magazine straordinario.

 

E allora perché tutte queste critiche? Non sarebbe stato piuttosto criticabile l'ipotetica scelta di pubblicare sulla serie ordinaria di una storia monca e datata, o - secondo un'altra possibilità - una storia di GLBonelli platealmente adulterata?

 

Attenzione, allora, che il nostro amore per Tex non diventi un amore tossico.

 

 

 

 

 

Edited by F80T
  • Like (+1) 2
  • +1 4
Link to comment
Share on other sites

<span style="color:red">18 ore fa</span>, Dix Leroy dice:

Questo è quello che volevo sentire, grazie Avvocato, ora sono rincuorato.

Oggi sono stato in edicola per lo Zagor 700 e c'erano due che so che comprano Tex.

Ho chiesto se avevano notizie del libro inedito disegnato da Tarquinio.

Mi hanno risposto che alle 7 e mezza di mattina è presto per essere già ubriaco.

Non ne sanno niente.

 

Sono abbastanza convinto che la destinazione più ovvia sia l'Avventura Magazine autunnale, dove sono state pubblicate altre storie dall'atmosfera più vintage come "I tre Bill"

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By natural killer
      La giustizia dei pards in una terra di confine!
      TEX ROMANZI A FUMETTI
      N° : 10
      Periodicità: semestrale
      A SUD DI NOGALES
      uscita: 18/09/2019
      Formato: 22,5x30 cm, colore
      Pagine: 80
      Codice a barre: 977182509904390030
      Soggetto: Gianluigi Bonelli
      Sceneggiatura: Gianluigi Bonelli
      Disegni: Giovanni Ticci
      Copertina: Giovanni Ticci
      Colori: GFB Comics

      Nei pressi del confine messicano, Tex si imbatte in Slade, trafficante senza scrupoli che rifila agli Apaches un ignobile liquore torcibudella. Le colt dei quattro pards non tarderanno a far sentire la loro voce e il piombo caldo inizierà a riempire l’aria dei territori “a sud di Nogales”!
      Un classico firmato Gianluigi Bonelli e Giovanni Ticci ritorna in un volume cartonato di 80 pagine, in grande formato e tutto a colori!
       

       

       

       

       
       
       
      Torna un classico con tavole rimontate e copertina inedita
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.